20 anni on-line
cerca nella categoria
parole da ricercare
Cerca per codice
Codice
AUGURI DI BUON NATALE

Gli uffici saranno chiusi
dal 23 dicembre al 7 gennaio

BUONE FESTIVITÀ
A TUTTA LA NOSTRA
AFFEZIONATA CLIENTELA

Filatelia

Libreria Filatelica

Catalogo generale
aggiornato on-line ogni settimana

Filatelia e storia postale, cartoline, cataloghi, colonie, falsi, fiscali, guide e manuali, posta aerea, marittima e militare, prefilatelia, tariffe postali, tematica, numismatica e collezionismo.

Sfoglia il catalogo

Ultimo aggiornamento: 07/12/2017

trovati 131 oggetti

selezione attiva
FILATELIA E STORIA POSTALE annulla selezione
ANTICHI STATI ITALIANI annulla selezione
selezionare una sotto-categoria
SICIL POST MAGAZINE
Anno XVIII - n.35 - giugno 2017

Rivista dell'Associazione di Storia Postale Siciliana

Nuovo
Cod. 2682E
- EUR 25,00

44 pp. - ill. a colori - brossura - ed. 2017
In italiano

SICIL POST MAGAZINE
Anno XVII - n.34 - dicembre 2016

Rivista dell'Associazione di Storia Postale Siciliana

Nuovo
Cod. 2664E
- EUR 25,00

56 pp. - ill. a colori - brossura - ed. 2016
In italiano

POSTE ESTENSI
Trattato Storico e Storico-Postale 1453-1852
CATALOGO DEI BOLLI
2016
Giuseppe Buffagni

A seguito di numerosissimi ritrovamenti, dopo 15 anni dalla pubblicazione in quattro volumi di "Poste Estensi. Trattato storico e storico-postale - 1453-1852" relativo al Ducato, si è ritenuto fosse giunto il momento di aggiornare il catalogo, presente nel quarto volume, relativo ai "bolli" e "grafici" in uso nel Ducato stesso.
In questi anni sono state rintracciate diverse lettere con alcuni bolli nuovi, numerosi grafici delle varie località e bolli ausiliari o complementari. L'analisi di una mole davvero consistente di materiale, grazie all'aiuto di alcuni collezionisti del settore, ha permesso di apportare anche notevoli variazioni relative ai colori degli inchiostri utilizzati, ai periodi d'uso, ma soprattutto a "prima data nota" o a "ultima data nota".
La catalogazione, suddivisa per ufficio postale, comprende bolli nominativi, grafici, bolli ausiliari o complementari, di raccomandazione, alcuni sigilli per ceralacca. Sono presenti tutti i bolli di cui si è certi, in quanto rintracciati su missive o su documenti e/o inventari; in quest'ultimo caso vi è l'indicazione "non rilevato". Ogni bollo ha a fianco dell'immagine una brevissima descrizione con prima e ultima data nota; nella tabella, in che colore è stato rilevato e in che periodo, e i punti assegnati.
Nell'opera completa si possono trovare maggiori dettagli sui bolli stessi e sul loro uso, numerose riproduzioni di documenti su cui compaiono, altri bolli (ad esempio le varie settimane del bollo a cuore di Modena di cui qui è riportato solo un esempio).

Nuovo
ISBN: 978-88-96381-22-9
Cod. 1332EA
- EUR 25,00

il CATALOGO DEI BOLLI è in OMAGGIO a chi acquista l'opera completa

64 pp. - oltre 200 ill. b/n - formato cm 21x29,7 - brossura - ed. 2016
collana "la Storia attraverso i documenti"
VALUTAZIONI IN PUNTI
In italiano

FOGLI DEI FRANCOBOLLI DEGLI ANTICHI STATI ITALIANI
Antonello e Maria Isabella Cerruti

63 fogli di altrettanti diversi francobolli degli Antichi Stati Italiani sono riprodotti, anche ingranditi e dettagliati in quarti o metà fogli, su 150 pagine di carta fotografica di formato A3, contenute in una cartella porta documenti.
Uno studio semplice quanto indispensabile per gli specialisti degli Antichi Stati Italiani che vogliano ammirare e studiare questi francobolli anche per individuare e plattare le singole posizioni all'interno delle composizioni tipografiche o delle tavole calcografiche e litografiche.
Quasi tutti i francobolli di cui sia noto il foglio completo sono stati presi in considerazione e la scelta di non rilegare le pagine consentirà l'eventuale completamento del testo con altre riproduzioni che si dovessero reperire.
Il testo è riprodotto in un numero limitato di copie.

Nuovo
Cod. 2674E
- EUR 175,00

150 pp. - ill. a colori - carta fotografica - schede mobili in cartella porta documenti cm 60x37- ed. 2017
In italiano

IL FRANCOBOLLO DA 1/2 TORNESE DEL 1860
"CROCE DI SAVOIA"
Studio tecnico-descrittivo con ricostruzione della tavola
Seconda Edizione
Enzo De Angelis - Mauro Pecchi

Presentazione di Raffaele Diena

Tutto il volume è stato revisionato, corretto ed arricchito alla luce delle nuove acquisizioni d'archivio e di documentazione fotografica.
Nella maggior parte dei casi le foto sono state sostituite con altre a maggior definizione.
Rispetto alla prima edizione è adesso completa l'illustrazione fotografica di tutte e cento varietà della Trinacria.
Sono state poi aggiunte tre sezioni inedite: il capitolo sulle falsificazioni, approfondito ed arricchito con una estesa trattazione dei falsi De Sperati, al fine di consentirne in maniera certa il riconoscimento; una appendice sulla Trinacria (uso postale, annullamenti, falsificazioni, multipli e rarità); ed infine una appendice con il primo tentativo di ricostruzione della seconda tavola del 1/2 grano del Regno di Napoli.

Dalla presentazione di Raffaele Diena.
"Questa opera monumentale su di un unico valore postale che fu utilizzato per pochi mesi nel periodo a cavallo dell'unificazione d'Italia è sicuramente una prova di coraggio e determinazione da parte degli autori.
Non è facile riuscire ad ottenere tanta documentazione, pur essendo partiti da una base importante come 'I francobolli del Regno di Napoli' di Emilio Diena. [...] è fondamentale sottolineare che oltre alla ricerca storico-postale, menzionando tariffe ed usi dell'epoca, mostrando le varie fasi di realizzazione in ogni suo passaggio e le caratteristiche tecniche fin nei minimi particolari, questo libro vuole arrivare a far identificare con matematica precisione ogni posizione della 'crocetta'.
Proprio in questo si sono concentrati, grazie al procedimento da loro stessi adottato per plattare ognuna delle cento 'varietà', tramite supporti comparativi informatici e avendo a disposizione migliaia di fotografie."

Nuovo
Cod. 2679E
- EUR 100,00

246 pp. - ill. a colori - ril. - 2a ed. 2017
In italiano

FILATELICA 2016 - LA FILATELIA NEL III MILLENNIO
ATTI DEL SETTIMO CONGRESSO NAZIONALE
7-9 ottobre 2016 - Fermo (FM) - Hotel Astoria
+ CD con tutte le immagini a colori

Atti del settimo Congresso "Filatelica", volume che racchiude una serie di articoli sugli argomenti affrontati durante l'incontro e la presentazione delle collezioni esposte, un insieme di temi classici e temi più moderni, per accontentare i cultori di interessi assai diversi.

LE RELAZIONI

- Settanta anni del referendum istituzionale, di Emilio Simonazzi
- Le cosiddette collettorie del Lombardo Veneto in epoca filatelica, di Massimiliano Ferroni
- Ricordi filatelici di un giovane patriota: i francobolli del CLN della Valle Bormida, di Flavio Pistarino
- Guantanamera, la storia postale della Base Navale statunitense di Guantanamo, Cuba, di Enrico Carsetti
- IGY - Anno geofisico internazionale - 1957/1959, di Antonio Galante
- Le pretese di sovranità territoriale in Antartide, di Tullio Scovazzi
- Umberto Nobile e il "Norge" nel 90° anniversario del volo transpolare, di Emilio Milisenda
- Cotto e Bollato. Ovvero come la gastronomia può far venire l'appetito ai collezionisti, di Carlo Galimberti
- Attenti ai falsi, di Franco Filanci
- Bolli e annullamenti dell'Ufficio postale di Milano dal 1848 al 1853 - Storia di due annulli gemelli, di Luca Savini e Francesco Luraschi
- Dal Marzocco al 50 Grana di Napoli: lo studio delle varietà, di Emilio Calcagno
- La leggenda di Jean Mermoz, di Flavio Riccitelli
- Freddo e foche in uno scenario candido: i Poli di Silvio Zavatti, di Rosalba Pigini
- Il francobollo del guardiano del faro di Sombrero Island, di Fabio Vaccarezza
- Filografia filatelica, di Alessandro Zeni

LE COLLEZIONI (con le immagini di tutti i fogli illustrate nel CD)

- I francobolli Monumenti Distrutti della Repubblica Sociale Italiana, di Seref Bornovali
- Istantanee da Cuba, di Enrico Carsetti
- Dallo Sparre ai De La Rue, di Giuseppe Cirneco
- F come follia. Da Psiche alla moderna psichiatria, di Sergio De Benedictis
- La storia attraverso i francobolli - l'unificazione d'Italia, di Stefano Forcolin
- Memelland, di Stefano Forcolin
- IGY - Anno geofisico internazionale - 1957-58, di Antonio Galante
- Gli annulli della bollatrice di Enrico Dani, le prime macchine italiane per obliterazione francobolli, di Stefan Jürgens
- Patrioti Valle Bormida: progettualità e concretizzazioni per il servizio postale, di Nella Negri
- La posta della Repubblica dell'Ossola (da un lavoro collezionistico e di ricerca iniziato da Gianfranco Pastormerlo durante la Presidenza del C.I.F.R.), di Luigi Pirani
- I servizi postali ausiliari dei comuni durante il secondo conflitto mondiale, di Luigi Pirani
- CLN Valle Bormida (la storia postale dell'emissione nella corrispondenza degli ideatori), di Flavio Pastorino
- 1863-1882, dalla tipografia De La Rue di Londra all'Officina Carte Valori di Torino, ovvero dalla prova di stampa di un conio all'ultimo numero di tavola, di Maurizio Pozzoni
- Il servizio aeropostale con il Sudamerica sulla "Linea Mermoz" Aeropostale & Air France (1928-1940), di Flavio Riccitelli
- ASFE: Malaysian States, di Rick Scott
- Dalla Monarchia alla Repubblica, il Referendum Istituzionale, di Emilio Simonazzi
- Storia postale di Campione d'Italia, 1840-1937, di Eric Werner

Nuovo
Cod. 2666E
- EUR 32,00

184 pp. - ill. a colori - brossura - ed. 2016
In italiano

Nel CD allegato, a colori, tutti i fogli delle 17 collezioni esposte.

LA POSTA NELLA PROVINCIA DI BERGAMO
dall'amministrazione Lombardo-Veneta a quella Sardo-Italiana
1850-1866
Francesco Dal Negro

Completamente illustrata a colori con la riproduzione di lettere e bolli, l'opera si compone di due parti: nella prima si dà una descrizione della situazione geografica, politica ed economica della provincia di Bergamo negli anni a cavallo del 1859, l'anno dell'annessione al Regno di Sardegna; in questo quadro sono anche esaminati i servizi postali esistenti sul territorio, sia nel periodo Lombardo - Veneto sia in periodo Sardo - italiano.
Nella seconda parte, che costituisce il catalogo con relative valutazioni, sono elencati alfabeticamente (a parte Bergamo, capoluogo, posto all'inizio) tutti i 76 uffici postali che hanno operato nella provincia, classificati sulla base dei bolli annullatori impiegati nel periodo preso in esame.
Nella presentazione dei diversi bolli, per gli uffici cosiddetti "preesistenti", cioè istituiti in epoca lombardo -veneta, viene preso in considerazione il periodo storico amministrativo pertinente.
Per gli uffici di nuova istituzione, creati progressivamente dal gennaio 1860, è sottintesa l'appartenenza al periodo Sardo - italiano e pertanto la relativa valutazione non viene condizionata dal particolare periodo storico.
Dei singoli uffici viene descritto il bollo annullatore, quando unico, o i diversi e successivi quando più di uno.
Alcuni bolli, nel periodo del loro utilizzo, vennero impressi con inchiostri di colore diverso dal nero, in tinte che vanno dall'azzurro al verde.
Per ogni bollo di ogni ufficio sono state riportate la prima e l'ultima data riscontrate.

Nuovo
Cod. 2683E
- EUR 50,00

208 pp. - ill. a colori - ril. - ed. 2017
VALUTAZIONI IN PUNTI
In italiano

STATO PONTIFICIO TARIFFE POSTALI GENERALI
AGGIORNATE AL 1858 E 1869
a cura di Paolo Vaccari

Ristampa dell'originale del 1838 delle tariffe dello Stato Pontificio mai pubblicate in precedenza, con moneta in bajocchi e poi in centesimi, con le destinazioni, i transiti, ecc. Incluse le tavole del Regno Lombardo Veneto, Tirolo, Ducati di Modena e Parma e Granducato di Toscana.

ISBN: 88-85335-29-2
978-88-85335-29-5
Cod. 42E
- EUR 20,00

80 pp. - formato cm 24x21 - brossura - 2a ed. 2004 - rist. 1998
collana "Ritrovati"
In italiano

DUCATO DI PARMA
E GOVERNO PROVVISORIO
raccolta di studi
Emilio Diena - Paolo Vaccari

Questa monografia raccoglie una serie di studi che offrono una panoramica generale sulle emissioni di Parma, partendo dai primi effettuati dal maestro della filatelia, Emilio Diena, e proseguendo con quelli pubblicati come articoli nella rivista "Vaccari Magazine" già a partire dal 1991. Si è cercato in questo modo di dare una maggiore completezza agli argomenti finora approfonditi e di completare un tassello del repertorio di letteratura filatelica ad oggi disponibile, un po' scarno, su questo interessante Ducato.
Il volume è composto da due parti. Nella prima vi è la ristampa della precedente edizione del 1989 esaurita: traduzione dall'inglese dell'articolo che fu l'oggetto di una conferenza che Emilio Diena presentò nel 1930 alla Royal Philatelic Society sull'emissione "Scudetto" del 1857-1859 del Ducato di Parma, pubblicato nel fascicolo di settembre del London Philatelist, organo ufficiale della "Royal", e ristampa dall'originale pubblicato nel 1913 sui francobolli del Governo Provvisorio. Entrambi gli studi sono completi delle tavole illustrative in b/n dei fogli interi e hanno la presentazione di Enzo Diena.
Nella seconda parte sono stati inseriti a colori: lo studio presentato nel 2002, e distribuito, in occasione del 150° anniversario dei francobolli estensi, che propone anche una breve introduzione storica e filatelica dei francobolli del Ducato di Parma e del Governo Provvisorio con riferimenti a tutte le emissioni e alle tariffe postali; gli articoli in "Vaccari Magazine" sul 15 centesimi rosa, prima emissione, sul 5 centesimi, seconda emissione, lo studio del 40 centesimi, terza emissione, con zero largo e zero stretto, e quello sulla guerra del 1859 e l'emissione del Governo provvisorio con particolare riferimento all'80 centesimi.

ISBN: 978-88-85335-92-9
Cod. 2102E
- EUR 25,00

104 pp. - ill. a colori e b/n - formato cm 17x24 - brossura - ed. 2007
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)

ALBERTO DIENA Un Filatelista - La sua vita, una sua opera inedita
I BOLLI ANNULLATORI "A SVOLAZZO" USATI SUI FRANCOBOLLI DEL REGNO DI NAPOLI E DELLE PROVINCE NAPOLETANE
Alberto Diena

I più fantasiosi bolli postali del mondo, i quasi incredibili annullamenti 'a svolazzo' del Regno di Napoli hanno sempre goduto del favore dei collezionisti italiani e stranieri. Lo scopo di queste note è di riassumere e, ove è possibile, aggiornare quanto è stato finora pubblicato dai molti competenti studiosi che mi hanno preceduto, primo fra tutti mio padre, Emilio, nella sua opera sui 'Francobolli del Regno di Napoli'… guida sicura e punto fisso di riferimento.
Questa monografia infatti, oltre ad una introduzione sulla vita dell'autore, sviluppa l'argomento nei seguenti capitoli: 1 - origini degli svolazzi; 2 - quanti sono gli svolazzi conosciuti e dove furono usati; 3 - suddivisione in sei gruppi di sei tipi ciascuno e loro distribuzione; 4 - periodo d'uso; 5 - località nelle quali furono usati; 6 - francobolli sui quali furono usati - alcune delle maggiori rarità note - cenni sulle affrancature miste; 7 - colori con i quali furono impressi - tentativi di identificarne la provenienza anche in mancanza del bollo nominativo - frodi postali; 8 - con quali tipi e colori di bolli nominativi furono abbinati i bolli a "svolazzo": cenni sui bolli "aggiunti" vari; 9 - criteri di valutazione delle lettere con francobolli annullati con bolli a svolazzo; 10 - valutazione degli svolazzi su frammento o su francobolli sciolti.

Cod. 1972E
- EUR 12,00

Contiene le pellicole che servono, sovrapponendole agli annulli originali, per il controllo degli annulli a svolazzo.

X+46 pp. - ill. b/n e a colori - brossura - ed. 1994
VALUTAZIONI IN LIRE
In italiano

I FRANCOBOLLI DEL DUCATO DI MODENA
E DELLE PROVINCIE MODENESI
E LE MARCHE DEL DUCATO STESSO PEI GIORNALI ESTERI
Emilio Diena

Ristampa del "trattato scientifico" originale sui francobolli di Modena, che il Grande Maestro della filatelia italiana, Emilio Diena, diede alle stampe nel 1894.
Studio particolareggiato, basato non solo sui decreti e sui regolamenti postali, ma anche sull'esame dei carteggi ufficiali e dei registri amministrativi, di centinaia di lettere e giornali recanti i francobolli e le marche modenesi, la presente monografia è ancora un valido punto di riferimento, indispensabile per chi poco conosce del Ducato di Modena e di notevole interesse per gli amatori.
Arricchiscono il volume tre tavole in eliotipia e quattro in zincografia.
Prefazione alla ristampa di Enzo Diena.

ISBN: 88-85335-67-5
978-88-85335-67-7
Cod. 1537E
- EUR 20,00

PREZZO SPECIALE - originale EURO 25,00!

256 pp. - formato cm 17x24 - brossura - rist. 1984 - 2a ed. 2002 - rist. 2011
collana "Ritrovati"
In italiano

LA CENSURA POSTALE IN LOMBARDIA
Vito Salierno

La violazione del segreto epistolare è stata una prassi costante in tutti i tempi e ovunque, non solo nei confronti della posta di stato e diplomatica, cosa comprensibile anche se non giustificabile, ma anche di quella civile ed ecclesiastica. La cosa era risaputa a tal punto che gli stessi estensori delle lettere si premunivano usando cifrari ed evitando di menzionare nelle lettere nomi o fatti che rischiassero di diventare pubblici in caso di intercettazione.
Lo stesso Bismarck, il "cancelliere di ferro", ne era consapevole tanto da scrivere alla moglie Johanna di evitare nelle sue lettere di citare nomi e giudizi su persone perché non desiderava far conoscere all'esterno i suoi interessi.
Un argomento così vasto, se trattato in generale, rischia di diventare troppo generico e vago e di non dare un'idea precisa della sua complessità.
Si è pertanto di proposito ristretto il campo di indagine alla Lombardia concentrando le ricerche nello spazio, la Lombardia austriaca poi Lombardo-Veneto per l'appunto, e nel tempo, un secolo o poco più di dominazione austriaca compreso il non meno interessante interludio francese.
La maggior parte delle notizie inedite provengono dall'Archivio di Stato di Milano, Fondo Presidenza di Governo.

ISBN: 88-85335-75-6
978-88-85335-75-2
Cod. 1680E
- EUR 16,00
Offerta speciale
EUR 8,00

64 pp. - formato cm 17x24 - brossura - ed. 2004
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe A)

REGNO LOMBARDO VENETO
REGOLAMENTO POSTALE E TARIFFE
per tutte le destinazioni

Seconda edizione della ristampa dall'originale «Utile Giornale» di Milano del 1857. Presentazione di Lorenzo Carra.
La pubblicazione è un'evoluzione delle guide postali settecentesche.
Nella prima parte raccoglie l' «Orario arrivi e partenze dalla I. R. Direzione delle Poste per tutte le destinazioni». Nella seconda il «Regolamento delle Poste. Tariffe generali e specifiche per tutte le destinazioni, anche estere». Nella terza tratta dei «Corrieri - Malleposte - Furgoni - Navigazione - Barche corrieri - Strade Ferrate - Agenzie private - Velociferi.» Alla fine degli utili quadri sul «Cambio monete».
Inizia con l' «Orario…» che risulta utile, oltre che per le notizie di costume, anche per conoscere le varie località di provenienza e poterne dedurre le distanze e, in qualche caso, anche i tempi di percorrenza. Vi sono, alla voce «Osservazioni», le modalità in cui dovevano essere presentate all'ufficio postale le varie lettere, raccomandate, assicurate, stampe sotto fascia, gazzette.
Molto interessante il capitolo relativo alla «Tassa d'affrancazione». È un documento prezioso non solo per chi studia l'ufficio postale di Milano nel periodo austriaco, ma, vista l'importanza di Milano, per tutti. Contiene infatti il prospetto delle «destinazioni nel Circondario» e quello delle lettere che pagano 15 o 30 centesimi al lotto. Per esclusione si ricavano quelle da 45 centesimi per la terza distanza.
Vi sono anche le tabelle per gli «Stati Sardi», per la Svizzera, per i «Ducati di Parma, Piacenza e Modena», per la Toscana, Stato Pontificio, Napoli e Sicilia e per la Confederazione Germanica.
Quindi l' «I. R. Posta Cavalli» con il regolamento «per l'attiraglio delle carrozze» ed il prospetto delle distanze da Milano con il dettaglio delle «Diramazioni traversali».
Vi sono poi le «Strade Ferrate» con le tariffe e le stazioni dei vari tronchi. E poi le varie imprese di diligenze, come la Franchetti, la Lombarda, Merzario, Rampazzini… E poi dei vari velociferi, omnibus, vetture private da e per Milano, «condottieri e cavallanti» con nomi, indirizzi e recapiti anche presso i principali paesi della Lombardia ed oltre.
Continua con il capitolo della navigazione a vapore sul fiume Po, sul Lago Maggiore e su quello di Garda. Vi sono pure le barche corriere ed i vari navigli.
Chiude con dettagliate «Scale per il bollo e tasse» e la «Tariffa delle monete».
Come potete notare, e poi convenire, se era «utile» per i viaggiatori nel 1857, lo può essere altrettanto ora, in modi diversi, per gli appassionati e curiosi non solo del Regno Lombardo Veneto.

ISBN: 88-85335-51-9
978-88-85335-51-6
Cod. 9E
- EUR 16,00

108 pp. - formato cm 17x24 - brossura - 2a ed. 2002 - rist. 2005
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe C)

SME - L'ESERCITO DEL DUCATO DI MODENA
DAL 1848 AL 1859
Alberto Menziani

L'opera descrive la storia dell'Esercito ducale nel decennio 1848-1859, ricco di avvenimenti e anzi decisivo per le sorti dello Stato di Modena. Il lavoro, basato su fonti archivistiche per la quasi totalità inedite, non considera solamente le vicende affrontate nel periodo dalle truppe estensi, ma anche l'organizzazione militare del Ducato e la quotidianità della vita dei soldati.

Cod. 3001E
- EUR 22,00

STORICO

365 pp. - 115 tra foto e tavole b/n e a colori - ril. con sovracc. a colori - ed. 2005
In italiano
SME - Stato Maggiore dell'Esercito, Ufficio Storico

SME - LA DIFESA COSTIERA DELLO STATO PONTIFICIO
DAL XVI AL XIX SEC.
Flavio Russo

Il secolare e spietato confronto tra il mondo islamico ed il cristianesimo costrinse lo Stato della Chiesa, nonostante la sua vocazione pacifista, a fortificare le coste tirreniche ed adriatiche. Il volume descrive, con un ricco supporto iconografico e documentale, lo sviluppo delle fortificazioni permanenti erette a protezione dei litorali.

Cod. 3002E
- EUR 30,99

STORICO

343 pp. - 210 tavole a colori e b/n - ril. con sovracc. a colori - ed. 1999
In italiano
SME - Stato Maggiore dell'Esercito, Ufficio Storico

SME - LA DIFESA COSTIERA DEL REGNO DI SARDEGNA
DAL XVI AL XIX SECOLO
Flavio Russo

Il volume è dedicato all'esame dell'organizzazione difensiva costiera della Sardegna che, nel XV Secolo, appariva desertica e malarica, essendo la popolazione concentrata nei principali centri abitati, situati per la maggior parte nelle zone montagnose, più facilmente difendibili e lasciando le poche aree fertili, quasi tutte costiere, abbandonate a causa delle frequenti incursioni corsare.

Cod. 3004E
- EUR 30,99

STORICO

316 pp. - 146 tavole e foto b/n e a colori - ril. con sovracc. a colori - ed. 1992
In italiano
SME - Stato Maggiore dell'Esercito, Ufficio Storico

SME - LA DIFESA COSTIERA DEL REGNO DI SICILIA
DAL XVI AL XIX SECOLO
2 VOLUMI
Flavio Russo

L'opera, secondo uno stile ormai consolidato dell'autore, non solo illustra con rigore scientifico le peculiarità dell'organizzazione difensiva dell'isola, crocevia strategico del Mediterraneo, ma fornisce una sintesi storica degli eventi che ne hanno contraddistinto il trascorrere dei secoli in una forma avvincente di assai piacevole lettura.

Cod. 3006E
- EUR 38,73

STORICO

2 voll. - 304/569 pp. - 430 tavole e foto b/n e a colori - ril. con sovracc. a colori - ed. 1994
In italiano
SME - Stato Maggiore dell'Esercito, Ufficio Storico

SME - LA DIFESA COSTIERA DELLO STATO
DEI REALI PRESIDI DI TOSCANA
DAL XVI AL XIX SECOLO
Flavio Russo

La necessità strategica di proteggere le rotte tra i possedimenti meridionali, Regno di Napoli e Regno di Sicilia, e le coste di Genova e del Nord, nonché i porti per il Regno di Sardegna, indussero la Spagna a ritagliarsi una sorta di enclave coincidente geograficamente con il promontorio dell'Argentario. La logica militare fu quella dei cosiddetti Presidios, già sperimentata da circa mezzo secolo in Nord Africa, consistente nell'imposizione di piazzeforti e guarnigioni nel territorio da porre sotto controllo.

Cod. 3007E
- EUR 38,73

STORICO

298 pp. - 188 foto e disegni a colori e b/n - ril. con sovracc. a colori - ed. 2002
In italiano
SME - Stato Maggiore dell'Esercito, Ufficio Storico

I TASSO
E LE POSTE PONTIFICIE
SEC. XV-XVI
Tarcisio Bottani

Uno degli aspetti meno indagati dell'opera dei Tasso, quello a cui è dedicata la presente ricerca, è il ruolo da essi svolto nello sviluppo delle poste pontificie a cavallo tra il Quattrocento e il Cinquecento.
Un ramo della famiglia, detta dei Tasso di Sandro (dal nome di Alessandro Tasso, cittadino bergamasco originario del Cornello, che avviò tale attività), operò al servizio del papato per un'ottantina d'anni, tra la seconda metà del Quattrocento e il 1539, fornendo un contributo decisivo all'organizzazione delle poste pontificie secondo sistemi imprenditoriali all'avanguardia per quei tempi.
Il presente studio raccoglie un regesto abbastanza ampio dei documenti relativi a questo ramo, in buona parte inediti, e traccia un quadro analitico delle vicende e dei personaggi che via via si succedettero al servizio di papi quali Innocenzo VIII, Alessandro VI, Giulio II, Leone X e Clemente VII, in un periodo storico di eccezionale portata per la storia della Chiesa e dell'Europa intera.
L'opera chiarisce l'appartenenza del ramo di Sandro al Casato Tasso e ripercorre le tappe della sua provenienza dal Cornello, in Valle Brembana, inoltre individua l'iniziale presenza di questi personaggi nella Compagnia dei Corrieri Veneti, da cui poi si staccarono, non senza contrasti, per organizzarsi in impresa privata a carattere familiare e diventare appaltatori dei servizi postali pontifici.
Il volume ricostruisce infine la vicenda della banca costituita a Roma dai Tasso di Sandro a supporto delle loro attività imprenditoriali e traccia una veloce panoramica dell'evoluzione di questo ramo a Bergamo nei secoli successivi, caratterizzata da una serie di presenze importanti nel campo imprenditoriale, amministrativo, culturale e religioso.

Cod. 1532E
- EUR 20,00

126 pp. - ill. a colori e b/n - ril. con sovracc. a colori - ed. 2000
In italiano

MODENA 1852-2002
150° ANNIVERSARIO DEI FRANCOBOLLI ESTENSI
Catalogo ufficiale della mostra
a cura di Paolo Vaccari

Il catalogo illustra interamente a colori gli oltre 1000 pezzi esposti in mostra seguendo rigorosamente il percorso guidato. All'inizio è stato arricchito con alcuni saggi introduttivi e al termine con una nutrita bibliografia.
La mostra, organizzata in occasione del 150° anniversario dei francobolli Estensi, antologica e allo stesso tempo didattica, ha rievocato, con francobolli, corrispondenze e documenti, quanto di meglio è stato possibile reperire nelle collezioni presso privati collezionisti.
Documentando inizialmente come veniva spedita la corrispondenza prima che fossero introdotti i francobolli nel sistema postale del Ducato, è proseguita con i saggi, le prove di stampa delle tipologie adottate e le affrancature sulle corrispondenze dirette nel territorio italico e all'estero.
Sono state esposte anche tutte le impronte o bollature in uso nei 32 uffici postali che erano funzionanti nel territorio del Ducato, tra cui ne spiccano molte estremamente rare oltre all'unica nota dell'ufficio postale di Zocca.
Un'ampia panoramica è stata dedicata al periodo Risorgimentale (1859 - II guerra per l'Indipendenza), illustrando tutte le vicende storiche e storico-postali che si sono susseguite nel territorio modenese.
Una singolare testimonianza è stata riservata anche alla posta che giungeva a destinazione in tempi che sono oggi impensabili, anche utilizzando la tecnologia attuale, i super treni, gli aerei e le autostrade. Nonostante l'uso solo di cavalli, prima ancora dei lenti treni post sperimentali, riuscivano, in forza di convenzioni postali tra ogni stato, a far giungere in serata a Milano, Firenze o Venezia una lettera spedita in prima mattina da Modena, in due giorni a Torino e in tre a Roma!

ISBN: 88-85335-49-7
978-88-85335-49-3
Cod. 1523E
- EUR 20,00

PREZZO SPECIALE "PROMOZIONE ALLA FILATELIA"
prezzo di cop. euro 35,00

400 pp. - oltre 1000 ill. a colori - formato cm 21x29,7 - ril. - carta patinata di alta qualità - ed. 2002
collana "la Storia attraverso i documenti"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)