Filatelia

Libreria Filatelica

Catalogo generale
aggiornato on-line ogni settimana

Filatelia e storia postale, cartoline, cataloghi, colonie, falsi, fiscali, guide e manuali, posta aerea, marittima e militare, prefilatelia, tariffe postali, tematica, numismatica e collezionismo.

Sfoglia il catalogo

Scarica il pdf

Ultimo aggiornamento: 16/07/2019
selezione attiva
POSTA MILITARE annulla selezione
RISORGIMENTO annulla selezione
LA CAMICIA ROSSA
NELLA GUERRA BALCANICA
CAMPAGNA IN EPIRO 1912
Ricciotti Garibaldi

Con la collaborazione di Annita Garibaldi Jallet e del Museo di Villa Garibaldi di Riofreddo (Roma).
Si ringrazia il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi.

Presentazione di Annita Garibaldi Jallet.

I Garibaldi e la loro attualità, conversazione con Annita Garibaldi Jallet a cura di Fabio Bonacina.

Introduzione di Bruno Crevato-Selvaggi.

In occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi, l'"eroe dei due mondi", un volume scritto dal figlio, Ricciotti Garibaldi.
Riedizione dell'opera pubblicata nel 1915 in cui l'autore descrive il contesto militare degli avvenimenti e la partecipazione dei volontari italiani da lui comandati alla prima guerra balcanica in Grecia.
Fu alle operazioni verso Giannina che le "camicie rosse" di Ricciotti parteciparono, ed in particolare allo scontro di Drisco (piccola località nell'area). Centro di questa narrazione sono l'antefatto della partecipazione dei garibaldini, la battaglia, le vicende successive, l'epilogo, insomma l'avventura della "camicia rossa" in Epiro nel 1912. Ma non solo. Ampio spazio è dedicato alla preziosissima opera della Croce Rossa Italiana, coadiuvata dalla Croce Blu greca, che ha costantemente seguito ed assistito le "camicie rosse". Costanza Garibaldi, moglie di Ricciotti, e Ispettrice della Croce Rossa, in una lunga lettera racconta alcuni episodi particolarmente toccanti.
L'autore, che ha diretto la campagna, ed è quindi anche protagonista del volume, scrive in prima persona un misto fra un racconto ed un memoriale, quasi una relazione tecnica con una fitta appendice documentaria a testimonianza delle vicende narrate (motivo principale che ha indotto l'editore a pubblicare una nuova edizione dell'opera). Vi si legge il mito romantico dell'ellenismo, di cui Ricciotti ed i suoi, a quasi un secolo dalla sua nascita, erano ancora pervasi; il mito civile della "camicia rossa" volontaria; i commenti sui volontari e la loro possibilità d'uso sui campi di battaglia; il senso di cameratismo ma anche di spavalderia.
Attraverso questo volume il lettore di oggi potrà rendersi conto del tipo di guerra, dell'entità delle forze in campo e dei volumi di fuoco, ma anche dello "spirito" di quella campagna. Avere insomma un bel quadro di un momento e di un episodio che rimase nella memoria italiana.

ISBN: 978-88-85335-91-2
Cod. 1971E
- EUR 22,00
Offerta speciale
EUR 11,00

STORICO

260 pp. - fotografie dell'epoca in b/n e a colori - formato cm 15x21 - brossura - ed. 2007
A colori la tavola con la pianta schematica delle operazioni della legione italo-greca e della battaglia di Drisco
collana "appuntamento con la Storia"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe A)

RISORGIMENTO ITALIANO
150° ANNIVERSARIO UNITÀ D'ITALIA - 2 voll.
UOMINI E VICENDE - MITI E VALORI
ITALIA CARA - ITALIA BELLA - Lettere dei combattenti votati alla Patria
a cura del Centro Studi Internazionale di Storia Postale

In occasione della mostra itinerante organizzata in collaborazione con Circolo Filatelico Numismatico Città di Asola, Associazione Filatelica Numismatica Scaligera, Circolo Filatelico Numismatico Banino per celebrare i 150 dell'Unità d'Italia, due volumi ci raccontano gli eventi risorgimentali attraverso saggi, scritti, le corrispondenze dei combattenti di guerra.
Sono state trascritte centinaia di lettere a partire dai moti rivoluzionari del 1821 e 1831, un gran numero di corrispondenze del 1848, sia di soldati delle armate sarda, tosco-napoletana e pontificia, sia di quelli dei numerosi corpi volontari che sorsero in ogni parte d'Italia con l'intento di contribuire alla liberazione dell'Italia dal giogo straniero. Alcune lettere del 1849 completano il periodo della Prima guerra d'indipendenza. Vengono poi pubblicate alcune corrispondenze, quanto mai interessanti, relative all'invasione delle Marche nel 1860 e alcune provenienti dal Centro Italia durante la campagna del 1867.
I testi sono trascritti fedelmente, lasciando gli errori e le imperfezioni linguistiche, per consentire al lettore di avere uno spaccato di vita e di cogliere il livello culturale, spesso assai modesto, di quei valorosi che affidarono ai loro scritti un'impareggiabile testimonianza diretta dei fatti.
Le trascrizioni delle lettere sono accompagnate da interessantissime e simpatiche annotazioni storiche e biografiche dei vari personaggi.

Cod. 2316E
- EUR 30,00
Offerta speciale
EUR 24,00

ULTIME COPIE AD ESAURIMENTO!

271+319 pp. - ill. b/n - brossura - ed. 2011
In italiano

1866. LA TERZA GUERRA D'INDIPENDENZA.
LA POSTA MILITARE ITALIANA
Lorenzo Carra - G. e D. Carraro

Il metodo di lavoro adottato dagli Autori fa ampio ricorso alla documentazione archivistica, a giornali, stampe e manifesti dell'epoca.
Nella prima parte, di ben 166 pagine, è presentato il risultato di ricerche pluridecennali in vari archivi privati e pubblici e specialmente in quello Centrale dello Stato di Roma. Una documentazione esaustiva dell'attività della Posta Militare Italiana nella corso del 1866, dove viene mostrata anche la composizione di ogni ufficio di Posta Militare con i nomi dei vari impiegati e perfino gli emolumenti da loro percepiti nel corso di questa campagna militare.
Nella documentazione è stato fatto ampio ricorso alla normativa postale vigente: da qui l'opportuna riproduzione di leggi, decreti, ordinanze e circolari pubblicati da varie fonti, specialmente sugli importanti e preziosi "Bullettini postali" del 1866.
La seconda parte, riccamente illustrata e presentata con grafica efficace, è l'inventario, diviso per ufficio di Posta Militare, delle lettere finora rinvenute (ad aprile 2014 soltanto 680). I dati complessivi e poi quelli di ogni ufficio hanno indotto gli Autori a non assegnare punteggi o fornire valutazioni ai vari bolli di Posta Militare. Una scelta ragionata e motivata che, leggendo i numeri, anche i lettori non potranno che condividere.
Ogni documento postale è studiato e descritto in ogni sua parte: affrancature, tariffe e tassazioni, provenienze e destinazioni, disinfezioni e ogni altro segno postale. A partire dalle bollature dei tanti uffici operanti nelle due distinte fasi dell'organismo postale militare, tutte riprodotte e illustrate nella loro particolarità d'uso.

Cod. 2546E
- EUR 35,00

304 pp. - ill. a colori e b/n - ril. - ed. 2014
In italiano

1860
LETTERE DALLA GUERRA D'ITALIA
SULLE TRACCE DEI GARIBALDINI
Rocco Cassandri - Giuseppe Di Bella - Antonio Ferrario

Gli Autori utilizzano i materiali postali quale fonte storica in senso proprio, correlando gli avvenimenti storici alla storia postale, e viceversa, anche grazie al fortunato ritrovamento di due epistolari dell'epoca che vengono sistematicamente analizzati.
Lo scenario è l'impresa dei Mille per la conquista del Regno delle Due Sicilie: in questo contesto viene esaminato il sistema delle comunicazioni postali che vi giocarono un ruolo strategico. Questo avvenimento centrale del Risorgimento italiano viene raccontato da una diversa e inedita angolazione, evidenziando anche uno spaccato della vita quotidiana di alcuni partecipanti all'impresa garibaldina, addentrandosi per la prima volta nei contenuti delle missive che spesso ci narrano gli avvenimenti in modo diverso.
Il libro sviluppa parallelamente un rigoroso studio storico postale delle tariffe e delle modalità di inoltro della posta da e per il Regno delle Sicilie, evidenziando i veloci cambiamenti nella comunicazione postale, determinati dall'avanzata garibaldina e dagli altri avvenimenti legati alla formazione del Regno d'Italia.
Trattando di un periodo di guerra e di rivoluzione, non sempre per gli Autori è stato facile individuare le norme che determinarono i cambiamenti nel trattamento e nelle tariffe della corrispondenza, che non sempre furono correttamente osservate o applicate in modo univoco da funzionari postali nel corso del repentino cambio di nazionalità vissuto da taluni con riluttanza, da altri con entusiasmo.

Cod. 2564E
- EUR 50,00
Offerta speciale
EUR 35,00

402 pp. - ill. b/n e a colori - ril. - ed. 2015
In italiano