cerca nella categoria
parole da ricercare
Cerca per codice
Codice

CHIUSURA ESTIVA

Uffici chiusi da lunedì 5 a venerdì 30 agosto.

Nel periodo di chiusura approfitta delle spese di spedizione GRATIS!
È possibile inviare gli ordini, che verranno evasi in ordine di arrivo alla riapertura.

Buone vacanze a tutti.

Filatelia

Libreria Filatelica

SPEDIZIONI GRATIS FINO AL 3 SETTEMBRE!
In regalo le spese di spedizione fino a martedì 3 settembre.
Le spedizioni in Italia saranno gratuite su tutti gli ordini di libri superiori a 55 euro.


Catalogo generale
aggiornato on-line ogni settimana

Filatelia e storia postale, cartoline, cataloghi, colonie, falsi, fiscali, guide e manuali, posta aerea, marittima e militare, prefilatelia, tariffe postali, tematica, numismatica e collezionismo.

Sfoglia il catalogo

Scarica il pdf

Ultimo aggiornamento: 01/08/2019
LA COMUNICAZIONE EPISTOLARE DA E PER TORINO
VOL. III CARLO EMANUELE III ED IL NUOVO REGOLAMENTO PER LE POSTE DEL 1772 (1730-1773)
Italo Robetti e Achille Vanara

Questo terzo volume ripercorre il lungo regno di Carlo Emanuele III, dal 1730 al 1773.
Come nei due precedenti volumi gli autori hanno continuato il percorso cronologico, contraddistinto con gli eventi politici o postali che lo hanno particolarmente caratterizzato (la coesistenza di Vittorio Amedeo II e Carlo Emanuele III, le guerre di successione prima polacca e poi austriaca, il periodo di pace, le variazioni tariffarie e l'importante regolamento postale del 1772).
Essi si sono inoltre soffermati su degli specifici temi di natura squisitamente postale, tentando di dare esaustive risposte a dubbie interpretazioni del passato (rapporti tra la Posta di Torino ed i Corrieri francesi, sperando di aver definitivamente provato l'inesistenza di un ufficio francese a Torino) ovvero evidenziando particolari aspetti non sempre presi in dovuta considerazione (gli Uffici di Campagna di posta militare dal 1733 al 1748, l'attivazione di un ufficio postale piemontese nella città di Roma nel 1734, l'introduzione ufficiale dell'inoltro della corrispondenza via mare tra il Piemonte e il Regno di Sardegna).
A completamento l'interessante contenzioso sorto tra il libraio Fontana ed i commessi dell'Ufficio postale di Torino coi risvolti tariffari riguardanti le "gazette"; i rapporti, non sempre idilliaci, tra le Poste piemontesi e l'ufficio postale di Milano, con la prima introduzione di bolli milanesi; l'esenzione dal pagamento della tassa sulle lettere che si ricevevano e sulle lettere che si spedivano all'estero.

Cod. 2595E
- EUR 30,00

342 pp. - quasi 500 ill. a colori - brossura - ed. 2016
In italiano