Filatelia

Libreria Filatelica

Catalogo generale
aggiornato on-line ogni settimana

Filatelia e storia postale, cartoline, cataloghi, colonie, falsi, fiscali, guide e manuali, posta aerea, marittima e militare, prefilatelia, tariffe postali, tematica, numismatica e collezionismo.

Sfoglia il catalogo

Scarica il pdf

Ultimo aggiornamento: 18/07/2019
selezione attiva
POSTA MILITARE annulla selezione
selezionare una sotto-categoria

POSTA MILITARE - 1 GUERRA MONDIALE -

LA GRANDE GUERRA NEL CENTENARIO
2 VOLUMI + CATALOGO DEI BOLLI POSTALI
Beniamino Cadioli - Bruno Crevato-Selvaggi - Piero Macrelli

Opera in due tomi più catalogo, che illustra tutta la posta militare italiana nel primo conflitto mondiale. Dopo una esauriente, rigorosa ma discorsiva e molto illustrata introduzione storico-postale, l'opera cataloga tutti gli uffici di posta militare. Per ciascuno propone la cronologia storica dell'Unità , quella storico-postale, la riproduzione al naturale di tutti bolli noti e una selezione di documenti, con immagini di alta qualità . Il primo tomo tratta di tutti gli uffici meno quelli di Divisione, il secondo di questi ultimi. Il terzo tomo, di formato ridotto, valuta tutti i bolli con una consolidata scala di punti.

Nuovo
Cod. 2716E
- EUR 90,00
Offerta speciale
EUR 76,50

422/360/272 pp. - ill. a colori - ril. - ed. 2018/2019
VALUTAZIONI IN PUNTI CON SCALA IN EURO
In italiano

POSTA MILITARE - FRANCIA -

LES POSTES AUX ARMÉES DE LA GUERRE FRANCO-ALLEMANDE
DE 1870-71
Steven C. Walske

LE POSTE DELLE ARMATE NELLA GUERRA FRANCO-TEDESCA DEL 1870-71

L'opera è incentrata sui servizi di poste che accompagnarono le armate francesi e quelle tedesche durante la guerra del 1870-71, che fu caratterizzata da una serie di campagne distinte. Sei capitoli affrontano ciascuno la posta militare di una di queste campagne, dal punto di vista francese e tedesco. Due capitoli, così come tre allegati, descrivono le corrispondenze militari che hanno utilizzato degli altri servizi, civili o privati. L'allegato A propone l'elenco degli uffici di posta militare e illustra le loro marche postali per ognuna delle campagne. Gli allegati B e C identificano la corrispondenza sopravvissuta agli assedi di Parigi, Metz e Belfort. Altri allegati elencano la corrispondenza dell'armata di Parigi, i collegamenti di posta da campo o trattano della corrispondenza della Marina francese, dei prigionieri di guerra, o di quella trasmessa attraverso la Croce Rossa.
Il conflitto appare attraverso i movimenti degli uffici di posta militare e questo libro propone uno studio dettagliato delle marche postali e delle organizzazioni postali militari di Francia e di Germania. L'opera si basa su delle corrispondenze militari di ogni tipo, che sono riccamente illustrate e chiariscono la storia di questa guerra tanto breve quanto complessa.

Nuovo
Cod. 2740E
- EUR 65,00

VIII/372 pp. - 350 ill. a colori - ril. - ed. 2019
In francese

POSTA MILITARE - ITALIA -

FRANCHIGIA MILITARE ITALIANA 1912-1946
Prima Parte - Prima Guerra Mondiale
Cartoline in Franchigia non ufficiali
Giorgio Cerruto - Roberto Colla

Il presente catalogo si occupa esclusivamente delle cartoline in franchigia non ufficiali relative alla prima guerra mondiale, cioè di quelle cartoline di produzione privata, che vari enti, ditte, associazioni, a scopo patriottico o propagandistico o pubblicitario, offrirono ai soldati.
Edizione completamente rivista e corretta rispetto alle precedenti grazie anche al contributo di numerosi appassionati del settore.
Il valore di ogni intero postale è stato attribuito sia al nuovo che all'usato. Il punteggio si basa su alcuni fattori: il grado di reperibilità, l'intensità della richiesta, lo stato di conservazione, l'aspetto estetico,...
Alcune appendici facilitano la catalogazione.

Cod. 2234E
- EUR 35,00
Offerta speciale
EUR 17,50

440 pp. - 2500 ill. a colori - brossura - 3a ed. 2009
VALUTAZIONI IN PUNTI
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe C)

FRANCHIGIA MILITARE ITALIANA 1912-1946
Giorgio Cerruto - Roberto Colla

Edizione rivista e corretta rispetto alla precedente del 1984 con oltre 300 pagine di aggiornamenti. Il settore che ha subito il maggior ampliamento è quello riguardante la I guerra mondiale in special modo le cartoline in franchigia delle singole unità. Per quanto riguarda la II guerra mondiale sono state apportate numerose rettifiche, come al resto dei periodi trattati. Il valore di ogni intero postale è stato attribuito sia al nuovo che all'usato; il punteggio tenendo presenti alcuni fattori: il grado di reperibilità, l'intensità della richiesta, lo stato di conservazione, l'aspetto estetico.

Cod. 499E
- EUR 8,00

400 pp. - oltre 2.000 ill. b/n - brossura - ed. 1995
VALUTAZIONI IN PUNTI
In italiano

LE MISSIONI MILITARI DI PACE DELL'ITALIA 1991-1995
Giovanni Riggi di Numana

Le missioni militari di pace italiane (Palestina, ex Jugoslavia, Iraq, Albania, Somalia, Mozambico) in terra straniera sono state, nella recente nostra storia, una delle migliori espressioni di civiltà, della cultura e dell'umanità del nostro popolo. L'uscita dai confini patrii di consistenti nuclei di soldati sotto la bandiera tricolore, affiancata da quella delle Nazioni Unite, ha sempre posto notevoli problemi di comunicazione tra militari in missione e la patria. Questo testo racconta le vicende storico-postali dei nostri contingenti di pace, presentando, prima la situazione politica entro cui le missioni si svilupparono, esaminando poi l'aspetto postale di ciascuna di esse tra il 1991 (fine della guerra del golfo) ed il 1995 (avviamento della spedizione in Bosnia) e concludendo con numerose schede tecniche dedicate ad ogni spedizione. I testi sono dei seguenti autori: Brunello Bellucci, Nadir Castagneri, Vittorio Crosa, Roberto Cruciani, Giovanni Riggi di Numana, Alberto Scuffia, G. Battista Trovero.

Cod. 927E
- EUR 18,00
Offerta speciale
EUR 9,00

190 pp. - ill. b/n - brossura - ed. 1997
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)

CARTOLINE E MANIFESTI - MILITARI -

LA GRANDE GUERRA
Raccontata dalle cartoline
Giuseppe Tomasoni - Carmelo Nuvoli

Il volume, illustrato da cartoline dell'epoca, documenta il conflitto della "Grande Guerra" con particolare riguardo al fronte alpino, territorio che fino al 4 novembre 1918 apparteneva all'Impero austro-ungarico e faceva parte del Tirolo. I fatti che si svolsero in quegli anni sono raccontati attingendo da giornali, riviste, diari e libri dell'epoca, nonché da documenti originali, qui presentati per la prima volta, provenienti dalle collezioni degli autori, dal Museo della Cartolina di Isera, dal Museo del Risorgimento di Trento e da archivi pubblici e privati. Si è dato rilievo a fatti secondari e curiosi, narrati da testimoni oculari o appresi dai diari scritti in quel lustro ricco di notizie spesso angosciose.

ISBN: 9788888203249
Cod. 1774E
- EUR 39,00
Offerta speciale
EUR 31,20

ULTIME COPIE AD ESAURIMENTO!

344 pp. - ill. a colori - brossura - grande formato - ed. 2004
In italiano

POSTA MARITTIMA - ITALIA -

IL SERVIZIO POSTALE DELLA MARINA MILITARE - vol.II
L'ARMATA NAVALE NELLA PRIMA GUERRA 1915-1918
Giuseppe Marchese

Tutte le navi sono state elencate in ordine alfabetico, per agevolare la consultazione dei collezionisti. Il volume è stato diviso in due parti: nella prima parte il Naviglio militare. Nella seconda parte, sono incluse le navi di supporto, che si dividono nelle categorie: Naviglio ausiliario e sussidiario; Naviglio galleggianti. La suddivisione si basa sugli elementi distintivi delle categorie. NAVIGLIO MILITARE - Sono incluse le navi che costituiscono "l'Armata Navale" nella prima guerra. Si dividono in: Corazzate, Incrociatori, Esploratori, Cacciatorpediniere, Torpediniere, Sottomarini e Sommergibili, MAS. Queste navi sono tutte di proprietà dello Stato, ed equipaggiate con personale militare. NAVIGLIO SUSSIDIARIO - Composto da navi militari quali: Navi reali, Navi scuola, Navi coloniali, idrografiche, posacavi, cisterna, trasporto, rimorchiatori, navi di uso locale ed altre. NAVIGLIO AUSILIARIO - Inerente le unità mercantili, noleggiate o requisite che sono iscritte nei quadri del Naviglio ausiliario. NAVIGLIO GALLEGGIANTI - Comprende navi come Draghe, Pontoni, Cisterne, Monitori, Bettoline, Rimorchiatori ecc. adibite all'uso portuale. Oltre le Navi Sussidiarie sono altresì comprese le Navi Ospedale e le Navi ospedaliere, in un elenco a parte. Sono state incluse alcune navi il cui status non è determinato. Si tratta di navi che altri Autori hanno incluse tra le "Navi Ausiliarie" ovvero di navi che riportano un bollo estraneo a questa categoria. La probabilità che si tratti solamente di Piroscafi mercantili è possibile. Nel dubbio si sono riportate con l'avvertenza che il loro status non è stato definito.

Cod. 1683E
- EUR 50,00
Offerta speciale
EUR 15,00



520 pp. - ill. b/n - brossura - ed. 2004
VALUTAZIONI IN EURO
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)

BIBLIOGRAFIE - -

BIBLIOGRAFIA FILATELICA E STORICO POSTALE RAGIONATA
POSTA MILITARE
Vito Salierno

Raccolta completa delle opere e delle riviste, sia italiane che straniere, che hanno come argomento la posta militare italiana. Una ricerca bibliografica encomiabile, di grande utilità per il collezionista e lo storico postale.

Cod. 414E
- EUR 12,00
Offerta speciale
EUR 6,00

ULTIME COPIE AD ESAURIMENTO!

147 pp. - brossura - ed. 1994
In italiano

POSTA MILITARE - RISORGIMENTO -

LA CAMICIA ROSSA
NELLA GUERRA BALCANICA
CAMPAGNA IN EPIRO 1912
Ricciotti Garibaldi

Con la collaborazione di Annita Garibaldi Jallet e del Museo di Villa Garibaldi di Riofreddo (Roma).
Si ringrazia il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi.

Presentazione di Annita Garibaldi Jallet.

I Garibaldi e la loro attualità, conversazione con Annita Garibaldi Jallet a cura di Fabio Bonacina.

Introduzione di Bruno Crevato-Selvaggi.

In occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi, l'"eroe dei due mondi", un volume scritto dal figlio, Ricciotti Garibaldi.
Riedizione dell'opera pubblicata nel 1915 in cui l'autore descrive il contesto militare degli avvenimenti e la partecipazione dei volontari italiani da lui comandati alla prima guerra balcanica in Grecia.
Fu alle operazioni verso Giannina che le "camicie rosse" di Ricciotti parteciparono, ed in particolare allo scontro di Drisco (piccola località nell'area). Centro di questa narrazione sono l'antefatto della partecipazione dei garibaldini, la battaglia, le vicende successive, l'epilogo, insomma l'avventura della "camicia rossa" in Epiro nel 1912. Ma non solo. Ampio spazio è dedicato alla preziosissima opera della Croce Rossa Italiana, coadiuvata dalla Croce Blu greca, che ha costantemente seguito ed assistito le "camicie rosse". Costanza Garibaldi, moglie di Ricciotti, e Ispettrice della Croce Rossa, in una lunga lettera racconta alcuni episodi particolarmente toccanti.
L'autore, che ha diretto la campagna, ed è quindi anche protagonista del volume, scrive in prima persona un misto fra un racconto ed un memoriale, quasi una relazione tecnica con una fitta appendice documentaria a testimonianza delle vicende narrate (motivo principale che ha indotto l'editore a pubblicare una nuova edizione dell'opera). Vi si legge il mito romantico dell'ellenismo, di cui Ricciotti ed i suoi, a quasi un secolo dalla sua nascita, erano ancora pervasi; il mito civile della "camicia rossa" volontaria; i commenti sui volontari e la loro possibilità d'uso sui campi di battaglia; il senso di cameratismo ma anche di spavalderia.
Attraverso questo volume il lettore di oggi potrà rendersi conto del tipo di guerra, dell'entità delle forze in campo e dei volumi di fuoco, ma anche dello "spirito" di quella campagna. Avere insomma un bel quadro di un momento e di un episodio che rimase nella memoria italiana.

ISBN: 978-88-85335-91-2
Cod. 1971E
- EUR 22,00
Offerta speciale
EUR 11,00

STORICO

260 pp. - fotografie dell'epoca in b/n e a colori - formato cm 15x21 - brossura - ed. 2007
A colori la tavola con la pianta schematica delle operazioni della legione italo-greca e della battaglia di Drisco
collana "appuntamento con la Storia"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe A)

POSTA MILITARE - 2 GUERRA MONDIALE -

LA SALMA NASCOSTA
MUSSOLINI DOPO PIAZZALE LORETO
DA CERRO MAGGIORE A PREDAPPIO
(1946-1957)
Fabio Bonacina

29/30 agosto 1957 - 2007
Da Cerro Maggiore a Predappio: l'ultimo "viaggio" di Benito Mussolini

Dove finì la salma di Benito Mussolini dopo piazzale Loreto?
Per undici anni tra 1946 e 1957 la Repubblica italiana lo celò a nemici e nostalgici, utilizzando il convento dei frati cappuccini di Cerro Maggiore, in provincia di Milano. Nel libro "La salma nascosta", realizzato in collaborazione con il Comune, l'autore, Fabio Bonacina, ricostruisce l'intera vicenda.
Auto rubate, mezzi della polizia con targhe false, medium e sedute spiritiche, antiche tombe utilizzate come depositi provvisori, pagine di registri ecclesiastici strappate, denaro contraffatto. E poi, le ipotesi o le "certezze", sparate a tutta pagina dai giornali ma in seguito rivelatesi errate. Tutto questo attorno ad una salma famosa. Sembrerebbe un bel racconto giallo se non fossero, invece, la cronaca e la storia di quanto rimase di Benito Mussolini, all'indomani della Liberazione.

ISBN: 978-88-85335-77-6
Cod. 1970E
- EUR 15,00
Offerta speciale
EUR 10,50

STORICO

192 pp. - ill. b/n - formato cm 15x21 - brossura - 2a ed. 2007
collana "appuntamento con la Storia"
In italiano

LA POSTA MILITARE ITALIANA 1939-1945
Seconda Guerra Mondiale
vol.2
Giuseppe Marchese

STORIA POSTALE - AFFRANCATURE E FRANCHIGIE - BOLLI ACCESSORI - AEROPORTI - LEGISLAZIONE E NORME - TARIFFE POSTALI

Il volume si compone di 4 parti. Nella prima vi è l'analisi delle affrancature utilizzate dagli uffici postali militari a cominciare dall'imperiale per terminare con i francobolli locali di occupazione (Isole Jonie, Lubiana, Montenegro); nella seconda parte sono valutati i servizi accessori e aggiuntivi (raccomandate, assicurate, pacchi postali, servizi a denaro etc.)
Nella terza parte sono descritti e valutati tutti i possibili casi di corrispondenza «in esenzione di tassa», dette comunemente in franchigia.
Nella quarta parte si descrivono, e valutano, i servizi postali militari in particolari fronti (Egeo, Albania, Africa Orientale), i bolli accessori, vari tipi di corrispondenza spedita o inoltrata dalla Feldpost, diretta all'estero o utilizzata da civili.
Infine una ampia sezione dedicata alla normativa specifica per la posta militare inserita entro centinaia di disposizioni postali che interessano tutto il servizio postale, sia civile che militare.

Cod. 1536E
- EUR 50,00
Offerta speciale
EUR 35,00

400 pp. - 237 ill. a colori e 100 b/n - brossura - ed. 2002
In italiano

LE 800 GIORNATE DI NAPOLI
Il Governo Militare Alleato e la posta nell'Italia divisa
Emilio Daffarra - Franco Filanci

A Napoli bastarono quattro giornate, seppur terribili, per liberarsi dai Tedeschi, ma ce ne vollero 800 per vedere il termine del Governo Militare Alleato. A differenza del resto d'Italia, che dopo un più o meno breve periodo veniva reso alla sovranità del Governo Italiano, Napoli fu restituita all'amministrazione italiana solo il 1º gennaio 1946, insieme all'Alta Italia e ad alcune località strategiche. E dal dicembre 1943 al luglio 1944 per la sua posizione e il suo porto Napoli fu praticamente la capitale d'Italia, insieme a Salerno. E vide sul piano postale non pochi avvenimenti a dir poco unici, come due emissioni alleate divenute quasi subito italiane a tutti gli effetti e un francobollo d'emergenza stampato presso uno stabilimento privato. È la storia narrata da "Le 800 giornate di Napoli", in cui eventi storici e fatti postali, francobolli d'ogni tipo ed emergenze quotidiane si alleano nel formare un quadro insieme appassionante, tragico, umano. Che mostra una volta di più come la posta e la filatelia, se osservate con la dovuta attenzione e senza pregiudizi (compresi quelli collezionistici), possano offrire una documentazione storica senza eguali, che passa dagli interessi politico-istituzionali delle autorità alla quotidianità spicciola della popolazione, nei periodi di guerra limitata persino nei più elementari diritti di comunicazione famigliare.

Cod. 1886E
- EUR 14,00
Offerta speciale
EUR 11,20

ULTIME COPIE AD ESAURIMENTO!

72 pp. - ill. a colori - brossura - ed. 2006
In italiano

LA POSTA E LA GUERRA 1943-1945
Giovanni Albertazzi - Nello Bagni - Roberto Fabbri - Francesco Mainoldi - Albano Parini

Nel 50° anniversario della Liberazione, grazie allo studio di numerosi documenti, questo volume fa rivivere due anni di storia della provincia bolognese. Emergono vicende e destini della Posta strettamente intrecciati a quelli della società civile nei due ultimi terribili anni di guerra.

Cod. 1973E
- EUR 5,00

96 pp. - ill. a colori - brossura - rist. 1999
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe A)

POSTA MILITARE - ITALIA - TRIESTE

TRIESTE
FRA ALLEATI E PRETENDENTI
1943/1954
Franco Filanci

Con la collaborazione di Giuseppe Agnoli, Ferdi Aichberger, Enrico Angellieri, Fulvio Apollonio, Danilo Bogoni, Beniamino Cadioli, Aldo Cecchi, Bruno Crevato-Selvaggi, Carla Gentile, Tommaso Innominato, Ferruccio Lucini, Luigi Smaldini, Carlo Sopracordevole, Lorella Veschi, Sigfrido Wolf.

Questo studio si occupa del territorio di Trieste, della serie per l'Adria e per il Vorland e dei francobolli dell'Istria e di Trieste. Dai francobolli italiani con soprastampa AMG-VG e AMG-FTT a quelli emessi dall'Armata jugoslava per l'Istria e il "Litorale sloveno" e poi la zona B del "Territorio libero", un campo di ricerca vasto su un periodo assai tormentato della nostra storia.

Cod. 1977E
- EUR 12,00

176 pp. - ill. b/n e a colori - brossura - rist. 1999 o ed. 1995 (uguale)
In italiano

1954 IL SERVIZIO POSTALE RITORNA ALL'ITALIA
1918-1954 pagine di storia triestina
Bruno Crevato-Selvaggi

Il volume è il catalogo della mostra filatelica allestita a Trieste al Museo postale e telegrafico della Mitteleuropa, per il cinquantenario del ritorno all'Italia della città, dal 26 ottobre 2004 al 6 gennaio 2005. Con la medesima concezione espositiva dell'innovativa mostra sulla Repubblica italiana a Montecitorio del 2003, l'esposizione racconta in un unico discorso continuo e coerente la storia della posta e della filatelia in Venezia Giulia e Dalmazia dal periodo austriaco al 1954 quando Trieste, dopo l'esperienza del Territorio Libero, ritornò all'Italia.
Illustrato con circa 300 fotografie a colori che propongono tutti i pezzi esposti a grandezza naturale, riproduce la mostra e può essere letto anche come aggiornato e completo volume autonomo sulla tormentata storia filatelica della regione, offrendo diversi dati inediti. Dopo le presentazioni, l'introduzione e la descrizione del museo triestino che ospita la mostra, i capitoli in cui si articola il volume sono i medesimi della mostra.
Uno sguardo retrospettivo: Venezia Giulia e Dalmazia austriache, XVIII secolo - 1918; Venezia Giulia e Dalmazia italiane, 1918-1923; La posta a Trieste tra le due guerre, 1923-1941; La posta in guerra in Venezia Giulia e Dalmazia, 12 aprile 1941 - 8 settembre 1943; La posta in guerra in Venezia Giulia e Dalmazia, 9 settembre 1943 - 30 aprile 1945; L'occupazione jugoslava di Trieste, 1° maggio - 11 giugno 1945; L'occupazione alleata di Trieste e della Venezia Giulia, 12 giugno 1945 - 21 settembre 1945; L'occupazione alleata di Trieste e della Venezia Giulia, 22 settembre 1945 - 15 settembre 1947; L'occupazione jugoslava della Venezia Giulia e della Dalmazia, maggio 1945 - 15 settembre 1947; Il Territorio Libero di Trieste zona A, 16 settembre 1947 - 26 ottobre 1954; Il Territorio Libero di Trieste zona B, 16 settembre 1947 - 26 ottobre 1954; La fine del Territorio Libero di Trieste, 1954-1955.
Chiudono alcuni capitoli dedicati ad approfondimenti su singoli temi postali e filatelici, con immagini e materiali mai pubblicati prima d'ora.

Cod. 1983E
- EUR 25,00
Offerta speciale
EUR 12,50

XXII+218 pp. - ill. a colori - ril. - carta patinata di alta qualità - ed. 2004
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe C)

COLONIE e UFFICI ALL'ESTERO - ITALIA -

LA POSTA MILITARE CON L'AFRICA ORIENTALE
Gli annulli di posta militare in Africa Orientale di Edmondo Moro
ITALIAN EAST AFRICA - A CHRONOLOGY, 1888-1952
a cura di Giorgio Migliavacca

Questa ristampa offre al collezionista di posta militare l'occasione per rivisitare una serie di articoli di Virgilio Lunardon sulla campagna nell'Africa Orientale del 1936-37, pubblicati dalla gloriosa Rivista Filatelica d'Italia mentre la campagna era in corso. Gli articoli hanno tutti i pregi dell'attualità storico postale dell'epoca e, rileggendoli, ci si rende subito conto che dopo 70 anni le notizie tecniche contenute sono ancora valide e restano un punto di riferimento di grande rilievo.
Sono stati inseriti l'elenco di tutti gli annulli noti con le relative quotazioni e la cronologia degli eventi, storici e filatelici, dell'Africa Orientale Italiana dal 1888 al 1952.

Cod. 2116E
- EUR 20,00

36 pp. - ill. b/n - ril. punto metallico - rist. 2007
CON VALUTAZIONI
In Italiano con prefazione e annotazioni anche in inglese

TARIFFE POSTALI - ITALIA -

TARIFFE POSTALI DEI PAESI ITALIANI
CATALOGO DEI BOLLI DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE
ANNUARIO A.I.C.P.M. 2008
a cura di Beniamino Cadioli, Benito Carobene, Emanuele M. Gabbini, Gianfranco Mazzucco, Nicolino Parlapiano e Piero Macrelli

Associazione Italiana Collezionisti Posta Militare

Oltre all'aggiornamento dell'annuario dell'AICPM, in un unico volume due importanti studi.
Le "Tariffe postali dei paesi italiani" di Benito Carobene è la seconda parte del lavoro già pubblicato nel 2005 con le tariffe italiane dal 1863 al 2000. "[...] il mio obiettivo è quello di permettere a qualsiasi collezionista di sapere con quali tariffe è stato usato un qualsiasi francobollo che sia riportato su un catalogo dei francobolli di Italia e Paesi italiani. [...] quei tariffari che sono stati in vigore mentre venivano usati francobolli particolari emessi per essere adoperati in quel periodo e in quell'area."
I servizi presi in esame sono solo quelli relativi alle corrispondenze, e non è inclusa la corrispondenza via aerea. Il periodo in esame va dal 1° marzo 1861 o 1° aprile 1879 (estero) fino al 2000.
Il "Catalogo-inventario dei bolli della posta militare italiana nella prima guerra mondiale" di Beniamino Cadioli elenca i relativi bolli nei diversi periodi d'uso presso le grandi unità cui gli uffici di posta militare erano assegnati, secondo la loro dicitura in chiaro o il numero convenzionale distintivo. L'elenco si limita ai bolli postali tondi, principalmente quelli metallici a datario, normalmente impressi sulle corrispondenze, con poche motivate eccezioni in caso altri bolli fossero gli unici in dotazione e quindi venissero usati anche per la corrispondenza. Sono quindi inclusi tutti i bolli noti come annullatori dei francobolli nonché quelli apposti in transito, in genere dagli uffici di concentramento PM, specie al verso di raccomandate ed assicurate. Non è inclusa la marina militare.
Sono presenti anche quotazioni.

Cod. 2178E
- EUR 40,00
Offerta speciale
EUR 24,00

376 pp. - no ill. - brossura - ed. 2008
CON VALUTAZIONI
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)

POSTA MILITARE - 1 GUERRA MONDIALE -

THE CENSORSHIP OF THE CIVIL MAILS IN ITALY
AND ITS COLONIES DURING WORLD WAR ONE
Fil-Italia Handbooks Number Eight
Alan Becker

LA CENSURA DELLA POSTA CIVILE IN ITALIA E NELLE SUE COLONIE DURANTE LA PRIMA GUERRA MONDIALE
Guide Fil-Italia n.8

Nel presente volume l'autore ha unito tutte le informazioni raccolte in 35 anni di studio. Una breve nota storica, estratti dai regolamenti anche militari, gli uffici che si occupavano della censura della posta civile, tutti i bolli conosciuti con la riproduzione di ogni tipo. Numerose le illustrazioni di bolli e di corrispondenze censurate.

Cod. 2302E
- EUR 45,00
Offerta speciale
EUR 36,00

ULTIME COPIE AD ESAURIMENTO!

158 pp. - ill. a colori - ril. ad anelle - ed. 2010
In inglese

POSTA MILITARE - RISORGIMENTO -

RISORGIMENTO ITALIANO
150° ANNIVERSARIO UNITÀ D'ITALIA - 2 voll.
UOMINI E VICENDE - MITI E VALORI
ITALIA CARA - ITALIA BELLA - Lettere dei combattenti votati alla Patria
a cura del Centro Studi Internazionale di Storia Postale

In occasione della mostra itinerante organizzata in collaborazione con Circolo Filatelico Numismatico Città di Asola, Associazione Filatelica Numismatica Scaligera, Circolo Filatelico Numismatico Banino per celebrare i 150 dell'Unità d'Italia, due volumi ci raccontano gli eventi risorgimentali attraverso saggi, scritti, le corrispondenze dei combattenti di guerra.
Sono state trascritte centinaia di lettere a partire dai moti rivoluzionari del 1821 e 1831, un gran numero di corrispondenze del 1848, sia di soldati delle armate sarda, tosco-napoletana e pontificia, sia di quelli dei numerosi corpi volontari che sorsero in ogni parte d'Italia con l'intento di contribuire alla liberazione dell'Italia dal giogo straniero. Alcune lettere del 1849 completano il periodo della Prima guerra d'indipendenza. Vengono poi pubblicate alcune corrispondenze, quanto mai interessanti, relative all'invasione delle Marche nel 1860 e alcune provenienti dal Centro Italia durante la campagna del 1867.
I testi sono trascritti fedelmente, lasciando gli errori e le imperfezioni linguistiche, per consentire al lettore di avere uno spaccato di vita e di cogliere il livello culturale, spesso assai modesto, di quei valorosi che affidarono ai loro scritti un'impareggiabile testimonianza diretta dei fatti.
Le trascrizioni delle lettere sono accompagnate da interessantissime e simpatiche annotazioni storiche e biografiche dei vari personaggi.

Cod. 2316E
- EUR 30,00
Offerta speciale
EUR 24,00

ULTIME COPIE AD ESAURIMENTO!

271+319 pp. - ill. b/n - brossura - ed. 2011
In italiano

POSTA MILITARE - LAGER -

I LAGER DEI VINTI
I campi di concentramento
per i soldati della R.S.I.
Notizie storiche e profilo storico-postale
Giuseppe D. Jannaci

L'autore ci conduce su un vero e proprio terreno minato, la posta da campo della RSI, entrando anche nella zona che riguarda decine di migliaia di giovani che tra il 1943 e il 1945 risposero alla chiamata alle armi del Governo Nazionale Repubblicano. Soldati quasi di "ventura" che ebbero dagli Alleati il riconoscimento ufficiale dello status di combattenti, ma che comunque, internati nei campi di concentramento, non vennero trattati secondo la Convenzione di Ginevra, neppure per quello che riguardava il diritto di corrispondere. Jannaci ha individuato oltre 110 luoghi di detenzione per i soldati dell'Esercito Nazionale Repubblicano, da quello di Oltano alle semplici prigioni come il Forte Boccea fino ai campi di sterminio creati in Jugoslavia.
Questa seconda edizione, sotto l'egida dell'Associazione delle Famiglie dei Caduti e Dispersi della RSI, è stata aggiornata in quanto sono descritti campi e inserite notizie di cui non si era al corrente al tempo della prima edizione; è stata inoltre ampliata la bibliografia e inserite alcune riproduzioni inedite.

Cod. 2328E
- EUR 18,00
Offerta speciale
EUR 9,00

160 pp. - ill. b/n e a colori - 2a ed. 2011
In Italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe A)

POSTA MILITARE - 2 GUERRA MONDIALE -

LA POSTA MILITARE ITALIANA 1939-1945
Seconda Guerra Mondiale
I BOLLI POSTALI
Giuseppe Marchese

Con la collaborazione di Piero Macrelli (per l'A.O.I.) e Renato Ghiotto (per l'Africa settentrionale e la Sicilia)

Catalogo dei bolli degli uffici di posta militare italiana dal 1939 al 1945, che comprende la fase preliminare della mobilitazione, la campagna d'Albania, la Seconda guerra mondiale fino all'8 settembre 1943 e il periodo della cobelligeranza con gli alleati, proseguendo fino alla chiusura dell'ufficio.
Le novità di questa edizione, grazie anche alle numerose segnalazioni dei soci Aicpm, sono molte: un'attenta revisione di tutti i testi; un'impaginazione più snella; nuove riproduzioni di alcuni bolli; molte aggiunte sia di tipi di bolli sia di date; numerose novità nelle pagine dedicate alla posta militare in A.O.I.; aggiornamento dei punteggi.

Cod. 2352E
- EUR 40,00
Offerta speciale
EUR 28,00

416 pp. - ill. b/n - brossura - 4a ed. 2011
VALUTAZIONI IN PUNTI CON SCALA IN EURO
In italiano

FLEEING FROM THE FÜHRER
A POSTAL HISTORY OF
REFUGEES FROM THE NAZIS
Charmian Brinson - William Kaczynski

SCAPPANDO DAL FÜHRER
STORIA POSTALE DEI RIFUGIATI DAL NAZISMO
Presentazione di David Beech, Direttore delle collezioni filateliche alla British Library.

Straordinaria raccolta di cartoline e lettere riprodotte a colori che raccontano la storia delle migliaia di ebrei fuggiti dalla Germania nazista.
La corrispondenza era l'unico contatto che questi rifugiati avevano tra di loro, e molte di queste cartoline o lettere furono scritte dai campi di internamento in tutto il mondo.
Un insieme unico che mostra la natura incredibile di questa emigrazione e lo spirito indomito dei rifugiati ebrei, un'analisi profonda di come essi siano riusciti a mantenere vive la loro cultura e la loro comunità nonostante tutto, scritta da un rifugiato ebreo trasferitosi in Gran Bretagna con i suoi genitori proprio prima dell'inizio della guerra.

Cod. 2396E
- EUR 25,00
Offerta speciale
EUR 20,00

192 pp. - ill. a colori - ril. con sovracc. a colori - 1a ed. 2011
In inglese

POSTA MILITARE - LAGER -

DIETRO IL FILO SPINATO
documenti e testimonianze dei soldati italiani
prigionieri degli alleati e internati dai tedeschi
1940-1945
Vitoronzo Pastore

Corrispondenze e documenti dei soldati italiani prigionieri e internati durante la Seconda guerra mondiale, suddivisi in diversi capitoli tematici: ciascuno contiene un'introduzione storica e postale e le schede di moltissimi prigionieri e internati, in maggior parte della provincia di Bari; per ognuno vi sono documenti postali da questi inviati (riprodotti a colori) e le trascrizioni dei testi. Opera di grande interesse sia postale che storico.

Cod. 2420E
- EUR 35,00

L'autore devolverà il suo provento a "ANGSA PUGLIA ONLUS" (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici).

608 pp. - ill. b/n e a colori - brossura - ed. 2011
In italiano

POSTA DALL'INFERNO
Testimonianze della deportazione e della Shoah
nella collezione filatelica di Egidio Errani

Istituto Storico della Resistenza e dell'Età Contemporanea in Ravenna e Provincia.
Testi di Alessandro Luparini.

Vari aspetti, luoghi e momenti della deportazione e della Shoah in una rassegna di rari documenti postali dalla preziosa collezione filatelica del partigiano ravennate Egidio Errani, materiali diversi provenienti dai ghetti ebraici, dai campi di internamento per civili e militari, e soprattutto dai tristemente celebri lager nazisti, cartoline, francobolli, fotografie.
Una pubblicazione che non ha la pretesa di costruire una narrazione, e nemmeno una sintesi, di quei tragici avvenimenti, ma può servire da contributo alla conoscenza e soprattutto da monito a non dimenticare.

Cod. 2445E
- EUR 12,00
Offerta speciale
EUR 10,80

82 pp. - ill. a colori e b/n - brossura - ed. 2012
In italiano

CATALOGHI - POSTA MILITARE -

LA POSTA DELLE MISSIONI
MILITARI ITALIANE ALL'ESTERO
DAL 1950 AL 2010
Catalogo ragionato di classificazione e valutazione

Una pubblicazione dell'Associazione dei collezionisti italiani di francobolli ordinari

Tutte le missioni militari dal 1950 a tutto il 2010, per un totale di 71 missioni, con schede esplicative, corrispondenze, cartoline, giornali, volantini, i bolli postali e amministrativi più significativi (nella versione in CD - codice 2459E - oltre al file pdf del catalogo, 249 pagine aggiuntive con tutti i bolli).
Cronologicamente si va dalla missione AFIS in Somalia del 1950 sino alla missione di aiuto MINUSTHAH ad Haiti, a seguito del devastante terremoto. Quest'ultima missione venne avviata il 13 gennaio 2010 e si concluse il 14 aprile dello stesso anno; di questa si conosce un solo documento viaggiato dimostrando che anche la posta dei giorni nostri può essere molto rara.

Il catalogo è frutto del Gruppo di lavoro composto da:
Ruben Berta - Nadir Castagneri - Roberto Cruciani - Francesco Gagliardi - Claudio Ernesto Manzati - Domenico Matera - Luciano Nicola Cipriani - Piergiorgio Romerio

Cod. 2461E
- EUR 50,00

DISPONIBILE ANCHE IN VERSIONE CD (249 pagine aggiuntive con tutti i bolli) - COD. 2459E

278 pp. - ill. a colori e b/n - brossura - 2a ed. 2013
VALUTAZIONI IN PUNTI
In italiano

LA POSTA DELLE MISSIONI
MILITARI ITALIANE ALL'ESTERO
DAL 1950 AL 2010 - VERSIONE CD
Catalogo ragionato di classificazione e valutazione

Una pubblicazione dell'Associazione dei collezionisti italiani di francobolli ordinari

CD con il file pdf del catalogo (codice 2461E) con tutte le missioni militari dal 1950 a tutto il 2010, per un totale di 71 missioni, con schede esplicative, corrispondenze, cartoline, giornali, volantini, i bolli postali e amministrativi più significativi (nella versione in CD, 249 pagine aggiuntive con tutti i bolli). Cronologicamente si va dalla missione AFIS in Somalia del 1950 sino alla missione di aiuto MINUSTHAH ad Haiti, a seguito del devastante terremoto. Quest'ultima missione venne avviata il 13 gennaio 2010 e si concluse il 14 aprile dello stesso anno; di questa si conosce un solo documento viaggiato dimostrando che anche la posta dei giorni nostri può essere molto rara.

Il catalogo è frutto del Gruppo di lavoro composto da:
Ruben Berta - Nadir Castagneri - Roberto Cruciani - Francesco Gagliardi - Claudio Ernesto Manzati - Domenico Matera - Luciano Nicola Cipriani - Piergiorgio Romerio

Cod. 2459E
- EUR 30,00

DISPONIBILE ANCHE IL VOLUME - COD. 2461E

278+249 pp. con ill. a colori e b/n in CD-rom - ed. 2013 - formato pdf
VALUTAZIONI IN PUNTI
In italiano

POSTA MILITARE - 2 GUERRA MONDIALE -

IL MASSACRO DELLA DIVISIONE ACQUI
1939-1943
Testimonianze dei sopravvissuti
Vitoronzo Pastore

Il libro, illustrato con cartoline postali, buste, lettere, documenti e foto d'epoca, viene pubblicato esattamente a 70 anni di distanza dal massacro della Divisione Acqui, compiuto, nel settembre del 1943, dai tedeschi. L'autore pubblica per la prima volta l'elenco dei Caduti e Dispersi noti della Puglia e Basilicata, di oltre 70 corrispondenze e manoscritti dei ragazzi della "Acqui": testimonianze inedite di importanza storica di reduci deceduti e viventi. Inoltre trascrive l'accoglienza della città di Bari delle salme dei trucidati a Cefalonia e Corfù, avvenuta nel 1953 come riportata da "La Gazzetta del Mezzogiorno" dell'epoca. Questo libro, oltre ad essere un omaggio alla memoria di quei morti, rappresenta un monito per le future generazioni di italiani.

Cod. 2510E
- EUR 20,00

L'autore devolverà il suo provento all'Associazione "ALOIS ALZHEIMER" Onlus di Brindisi.

462 pp. - ill. b/n - brossura - ed. 2013
In italiano

POSTA MILITARE - LAGER -

ITALIAN PRISONERS OF WAR
and Internees in AFRICA
Giorgio Migliavacca

PRIGIONIERI DI GUERRA ITALIANI
e Internati in AFRICA

Questa ristampa comprende dettagli sull'inoltro di messaggi ai prigionieri per via aerea e l'uso dei messaggi espressi, il ruolo del servizio messaggi del Vaticano, l'uso di interi postali, compresi quelli mutilati delle ex colonie italiane. Oltre alla posta da e per i prigionieri, inclusa quella per gli internati civili.
Paesi trattati: Kenya, Uganda, Tanganica, Palestina, Rhodesia, Egitto, Madagascar, Sudan, Nigeria, Somalia, Eritrea, Etiopia, Senegal, Sierra Leone, Algeria, Tunisia, Marocco, Congo, Costa d'Avorio, Sud Africa, oltre ad una sezione relativa alle rotte di posta aerea, agli interi postali, ai bolli di censura, agli Uffici di posta da campo italiana.

Cod. 2544E
- EUR 24,00

72 pp. - ill. b/n - ril. punto metallico - rist. 2014 (alla 2a ed. 1983 con 10 pp. aggiuntive)
In inglese

POSTA MILITARE - ITALIA regno -

1866. LA TERZA GUERRA D'INDIPENDENZA.
LA POSTA MILITARE ITALIANA
Lorenzo Carra - G. e D. Carraro

Il metodo di lavoro adottato dagli Autori fa ampio ricorso alla documentazione archivistica, a giornali, stampe e manifesti dell'epoca.
Nella prima parte, di ben 166 pagine, è presentato il risultato di ricerche pluridecennali in vari archivi privati e pubblici e specialmente in quello Centrale dello Stato di Roma. Una documentazione esaustiva dell'attività della Posta Militare Italiana nella corso del 1866, dove viene mostrata anche la composizione di ogni ufficio di Posta Militare con i nomi dei vari impiegati e perfino gli emolumenti da loro percepiti nel corso di questa campagna militare.
Nella documentazione è stato fatto ampio ricorso alla normativa postale vigente: da qui l'opportuna riproduzione di leggi, decreti, ordinanze e circolari pubblicati da varie fonti, specialmente sugli importanti e preziosi "Bullettini postali" del 1866.
La seconda parte, riccamente illustrata e presentata con grafica efficace, è l'inventario, diviso per ufficio di Posta Militare, delle lettere finora rinvenute (ad aprile 2014 soltanto 680). I dati complessivi e poi quelli di ogni ufficio hanno indotto gli Autori a non assegnare punteggi o fornire valutazioni ai vari bolli di Posta Militare. Una scelta ragionata e motivata che, leggendo i numeri, anche i lettori non potranno che condividere.
Ogni documento postale è studiato e descritto in ogni sua parte: affrancature, tariffe e tassazioni, provenienze e destinazioni, disinfezioni e ogni altro segno postale. A partire dalle bollature dei tanti uffici operanti nelle due distinte fasi dell'organismo postale militare, tutte riprodotte e illustrate nella loro particolarità d'uso.

Cod. 2546E
- EUR 35,00

304 pp. - ill. a colori e b/n - ril. - ed. 2014
In italiano

POSTA MILITARE - 2 GUERRA MONDIALE -

SENTIERI DEL NON RITORNO
Caduti del 2° Corpo Polacco
Caduti e dispersi del Sud-Est barese nella Guerra 1940-1945
Vitoronzo Pastore

L'autore rievoca testimonianze ed avvenimenti che hanno segnato la storia del popolo italiano.
Lo studio e la ricerca di documenti e immagini inediti, numerosissimi e qui riportati, ha consentito di dar voce ad elenchi altrimenti destinati al silenzio e all'oblio. Le ricerche sono state effettuate presso gli Uffici di Stato Civile, gli Archivi dei comuni coinvolti, l'Archivio di Stato di Bari e attraverso il sito del Ministero della Difesa "Onorcaduti".
Il primo capitolo è dedicato al 2° Corpo Polacco che, sbarcando a Taranto nel dicembre 1943, utilizzò il territorio pugliese per insediamenti logistici. I successivi capitoli sono dedicati ai caduti e dispersi durante l'ultimo conflitto mondiale dei comuni di Adelfia, Casamassima, Cassano delle Murge, Cellamare, Palo del Colle, Sammichele di Bari e Turi; durante il conflitto italo - greco nell'Egeo: i naufraghi dei piroscafi "Oria" e "Sinfra"; nei Balcani; in Africa Orientale e Settentrionale; nel Mediterraneo; oltremare; sul territorio italiano. Infine le testimonianze dei combattenti e partigiani, tra cui Alessandro Pertini.

Cod. 2563E
- EUR 20,00

L'autore devolverà il suo provento in beneficenza.

512 pp. - ill. b/n - brossura - ed. 2015
In italiano

FILATELIA E STORIA POSTALE - ANTICHI STATI ITALIANI - SICILIA regno di

1860
LETTERE DALLA GUERRA D'ITALIA
SULLE TRACCE DEI GARIBALDINI
Rocco Cassandri - Giuseppe Di Bella - Antonio Ferrario

Gli Autori utilizzano i materiali postali quale fonte storica in senso proprio, correlando gli avvenimenti storici alla storia postale, e viceversa, anche grazie al fortunato ritrovamento di due epistolari dell'epoca che vengono sistematicamente analizzati.
Lo scenario è l'impresa dei Mille per la conquista del Regno delle Due Sicilie: in questo contesto viene esaminato il sistema delle comunicazioni postali che vi giocarono un ruolo strategico. Questo avvenimento centrale del Risorgimento italiano viene raccontato da una diversa e inedita angolazione, evidenziando anche uno spaccato della vita quotidiana di alcuni partecipanti all'impresa garibaldina, addentrandosi per la prima volta nei contenuti delle missive che spesso ci narrano gli avvenimenti in modo diverso.
Il libro sviluppa parallelamente un rigoroso studio storico postale delle tariffe e delle modalità di inoltro della posta da e per il Regno delle Sicilie, evidenziando i veloci cambiamenti nella comunicazione postale, determinati dall'avanzata garibaldina e dagli altri avvenimenti legati alla formazione del Regno d'Italia.
Trattando di un periodo di guerra e di rivoluzione, non sempre per gli Autori è stato facile individuare le norme che determinarono i cambiamenti nel trattamento e nelle tariffe della corrispondenza, che non sempre furono correttamente osservate o applicate in modo univoco da funzionari postali nel corso del repentino cambio di nazionalità vissuto da taluni con riluttanza, da altri con entusiasmo.

Cod. 2564E
- EUR 50,00
Offerta speciale
EUR 35,00

402 pp. - ill. b/n e a colori - ril. - ed. 2015
In italiano

POSTA MILITARE - ITALIA -

LE ARMATE FRANCESI IN ITALIA (1792-1814)
STORIA POSTALE E CATALOGAZIONE
2 VOLUMI
Pietro Giribone - Paolo Vollmeier

I due autori hanno unito le loro competenze in questa opera ponderosa, ricca di informazioni e di riproduzioni di documenti, cartine, fotografie, documenti postali,..., organizzata in diversi capitoli: inquadramento storico secondo il criterio cronologico; il servizio postale dell'Armée d'Italie; l'Armée des Alpes in Piemonte e relativa catalogazione delle impronte postali; l'Armée de Reserve e relativa catalogazione delle impronte postali; catalogazione delle impronte postali dell'Armée d'Italie e di altre armate francesi nel periodo 1792-1814.

In relazione al proprio campo di specializzazione, i due autori hanno sviluppato settori distinti.
Giribone è noto studioso del periodo prefilatelico e specializzato nel periodo napoleonico, compresa la storia postale dell'Armée d'Italie. Ha pertanto curato il contesto storico e postale in cui si trovarono ad agire in territorio italiano le "Armée d'Italie", "des Alpes" e "de Reserve" nel corso delle Campagne militari, cercando di delinearne il profilo storico e l'organizzazione postale, con la descrizione didascalica dei molti esempi di lettere militari presentate nella parte illustrativa.
Vollmeier da oltre 40 anni colleziona lettere delle armate francesi, catalogando e archiviando per ogni documento i dati salienti (bollature, datazioni, luoghi di partenza, arrivo, transiti,...) giungendo a reperire oltre 3.000 oggetti, grazie anche alla collaborazione di collezionisti specializzati, italiani, europei e americani.
Si è quindi occupato della catalogazione generale, entro la quale, oltre ad "Armée d'Italie", sono presentate le bollature delle altre armate francesi che operarono militarmente in territorio italiano, come "Armée de Rome", "Armée de Naples"..., limitandosi, per queste, alla descrizione delle impronte postali conosciute, le date e i luoghi di attivazione degli uffici di posta militare.

Nel secondo volume, il catalogo elenca le lettere repertoriate secondo la provenienza, la datazione, la tipologia del bollo e il colore. Non sono presenti valutazioni.

Cod. 2568E
- EUR 160,00

400/384 pp. - ill. b/n e a colori - ril. con sovracc. - ed. 2015
In italiano

POSTA MILITARE - 1 GUERRA MONDIALE -

IL RACCONTO POSTALE DELLA GRANDE GUERRA
Origini della comunicazione di massa in Italia e in Romagna
Propaganda e satira nel primo conflitto mondiale
Francesco Billi

La Grande Guerra pose per la prima volta le masse europee di fronte alle ideologie, alle speranze e ai timori di un mondo complesso, tecnologico e globalizzato: fu per il Vecchio Continente il big bang dell'età contemporanea. Grazie ad un ampio repertorio iconografico, questo libro si propone di ripercorrere la tragedia del primo conflitto mondiale attraverso più di 250 immagini nelle quali si rappresentano i miti, i simboli e i riti della Grande Guerra in figure di rara suggestione. Nell'anno zero della comunicazione le iconografie e le testimonianze postali prodotte dal 1914 al 1919, in ambito pubblico e privato, generano un mosaico di cronache e immagini in grado ora di raccontarci il conflitto alle origini della nostra società: dai revival di Dante e Garibaldi allo sviluppo della propaganda moderna, da raffinati illustratori alla dissacrante satira politica, passando per gli eroi romagnoli, la nascita del mito americano, il bombardamento di Ravenna, la leggenda di Baracca, fino alla vittoria.

Cod. 2603E
- EUR 15,00

208 pp. - ill. b/n e a colori - brossura - ed. 2015
In italiano

CARTOLINE E MANIFESTI - 1 GUERRA MONDIALE -

CARA MAMMA
Storia e Storie della Grande Guerra
Vitoronzo Pastore

Con saggio storico-critico del Cav. dr. Michele Miulli

Nel volume sono pubblicate 115 illustrazioni storiche, oltre 380 corrispondenze da e per il fronte: cartoline illustrate, cartoline paesaggistiche, franchigie, franchigie illustrate, lettere in busta, inoltrate dagli Uffici Postali Militari delle Armate, Corpi d'Armata, Divisioni, Reggimenti.
Spedite dalle trincee, prime linee, seconde linee, Reparti di riserva, Sezioni di Sanità, Ospedali da Campo, Ospedali Militari. Oltre 30 tavole topografiche del Corso Accademico dell'anno 1936 dell'Accademia della Scuola Militare di Modena, oltre 40 documenti e immagini fotografiche inedite.
La prima parte è dedicata al susseguirsi degli eventi storici che sconvolsero l'Europa in seguito all'omicidio di Sarajevo: l'entrata in guerra e l'attacco degli imperi centrali ad ovest e la neutralità italiana.
I successivi capitoli sono dedicati all'entrata in guerra del Regno d'Italia, all'organizzazione delle Regie Poste, degli Uffici Postali Militari, delle cartoline postali in franchigia, della filatelia durante il conflitto e della censura postale. Segue il Concentramento Postale militare di Bologna e Treviso, la corrispondenza militare del Comando Supremo, delle Armate e dei Corpi d'Armata.
Molto particolareggiato è lo spazio dedicato alle corrispondenze inoltrate durante le 12 battaglie dell'Isonzo, della battaglia punitiva (Strafexpedition), della battaglia dell'Ortigara e della battaglia della Bainsizza.
Si parla della drammatica vicenda di Caporetto e della sostituzione del comandante supremo del Comando dell'Esercito Italiano: Luigi Cadorna, avvicendato da Armando Diaz, con la corrispondenza inoltrata durante la ritirata dall'Isonzo al Tagliamento e poi al Piave. Non manca l'esodo delle popolazioni friulane e venete.
Un intero capitolo è riservato ai Campi di Prigionia, con la trascrizione di oltre 70 corrispondenze dai campi dei territori Austro-ungarici-tedeschi, incluse le sofferenze per malattie e i decessi per fame.

Cod. 2605E
- EUR 25,00

L'autore devolverà il suo provento in beneficenza.

688 pp. - ill. b/n - brossura - ed. 2015
In italiano

POSTA MILITARE - 2 GUERRA MONDIALE -

GLI EROI DIMENTICATI
GLI INTERNATI MILITARI ITALIANI
NEI CAMPI TEDESCHI 1943-1945
Gianni Giannoccolo

Con questo libro l'autore intende fare piena luce sulle travagliate vicende dei 770.000 militari italiani catturati e tenuti in cattività da tedeschi dopo l'8 settembre 1943.
Gli internati militari italiani furono, ancor più dei prigionieri di guerra, in balia dei Comandi germanici, in quanto, a causa del loro anomalo "status", non previsto dai trattati internazionali, non vennero tutelati dalla Convenzione di Ginevra del 1929, restando al di fuori del suo campo di applicazione.
Nella prima parte del libro questo argomento viene trattato in maniera esaustiva, anche grazie all'ausilio di numerosi documenti in esso riportati.
Nella seconda parte vengono presi in esame i numeri della Feldpost dei Campi di prigionia e delle formazioni prigionieri, con l'inserimento della tavola delle abbreviazioni per facilitarne la lettura. Circa 60 pagine sono dedicate ai bolli di censura utilizzati nei diversi campi.
Per motivi di sicurezza l'internato non poteva indicare la località dove la formazione germanica operava e nella quale era trattenuto. Tuttavia in molti casi è possibile imbattersi in corrispondenze il cui testo indica la localizzazione della formazione, oppure reca sul frontespizio un timbro con stampigliata la località.
Particolare attenzione è prestata all'accertamento delle situazioni reali, per avere un quadro il più possibile esatto dell'entità degli internati militari italiani, della loro dislocazione - individuando i Campi e le formazioni in cui erano custoditi - del trattamento cui erano sottoposti, dell'organizzazione del lavoro, della vita di relazione, anche nel rapporto con l'esterno, attraverso la corrispondenza, nonostante la censura che rigidamente limitava le comunicazioni.

Cod. 2616E
- EUR 15,00

264 pp. - ill. b/n - brossura - ed. 2015
In italiano

POSTA MILITARE - LAGER -

PRISONERS OF WAR IN GERMANY
1939-1945
Kriegsgefangene in Deutschland 1939-1945
mit 85 Seiten farbigen Abbildungen
Gianfranco Mattiello

PRIGIONIERI DI GUERRA IN GERMANIA
1939-1945

L'Autore ha esaminato minuziosamente i file dell'Archivio della Croce Rossa e del Bundesarchiv-militärarchiv di Friburgo trascorrendo lunghe ore a recuperare informazioni di grande valore.
Le statistiche degli Stalags antecedenti a luglio 1941 sono molto dettagliate, e le nazionalità dei prigionieri di guerra e il loro numero sono dati per quelli provenienti da: Albania, Belgio, Bulgaria, Cecoslovacchia, Danimarca, Egitto, Francia, Gran Bretagna e Commonwealth britannico, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Finlandia, Unione Sovietica, Stati Uniti e Jugoslavia.
Gli elenchi dei campi e delle relative popolazioni sono divisi per nazionalità.
Questo è un risultato non da poco e l'appendice a questo volume consta di 85 pagine a colori che presentano una selezione notevole tratta dalla collezione dell'Autore.
Il libro comprende un elenco incrociato di riferimento delle nazionalità e dei campi in cui i prigionieri erano detenuti, così come un elenco alfabetico della posizione dei campi con i relativi numeri.

Cod. 2673E
- EUR 32,00

420 pp. - ill. a colori - brossura - 2a ed. 2016
Parte 2 - Appendice - 85 pagine di illustrazioni a colori
In inglese con prefazione e introduzione anche in tedesco e italiano

POSTA MILITARE - ITALIA - TOSCANA granducato di

1848-1862 LA POSTA MILITARE TOSCANA
1849-1855 L'OCCUPAZIONE AUSTRIACA DELLA TOSCANA
Amedeo Palmieri

Quarto volume della Monografia delle Poste Toscane che conclude l'opera a cura di Filippo Bargagli Petrucci. Testo unico del settore con approfondimenti storici, note introduttive, riproduzioni delle lettere, dei bolli postali e dei decreti del periodo.

Cod. 94E
- EUR 30,00
Offerta speciale
EUR 15,00

206 pp. - ill. b/n - ril. in tela con iscr. in oro e sovracc.
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)

POSTA MILITARE - 1 GUERRA MONDIALE -

LA CENSURA POSTA ESTERA IN ITALIA
NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE
I Quaderni dell'Aicpm - n.8, 2018
Emilio Simonazzi

Con la collaborazione di Beniamino Cadioli

Il 23 maggio 1915, il giorno prima dell'entrata dell'Italia in guerra, il Governo propose al Sovrano l'emanazione del Regio decreto n. 689, con il quale venne istituita la censura postale. Tale decreto viene qui riportato, assieme al Regolamento per l'esercizio della censura della posta da e per l'estero. L'attività di censura era infatti rivolta soprattutto alla corrispondenza che proveniva o era diretta all'estero. Questo portò all'istituzione sul territorio nazionale di appositi uffici posta estera di censura militare in località opportunamente scelte e qui trattate: Bologna, Bologna sezione di Rimini, Milano, Genova, Campione, Ponte Chiasso, Valona, Trieste.
Quasi un centinaio sono le buste e le cartoline riprodotte, con i relativi bolli in evidenza, suddivisi e catalogati per città.

Cod. 2707E
- EUR 10,00

88 pp. - ill. a colori - brossura - ed. 2018
In italiano
CON SCALA DI VALUTAZIONE DEI BOLLI E DELLE ETICHETTTE

POSTA MILITARE - 2 GUERRA MONDIALE -

INSELPOST
Paolo Bonadei - Antonello Cerruti

A guerra compromessa e con la Grecia già del tutto abbandonata, Hitler ordina a trentamila uomini, tra cui moltissimi italiani, di difendere a qualunque costo un pugno di isole nell'Egeo. Unico legame tra loro ed il resto del mondo un ardito servizio di posta aerea. Questo volume, di agile consultazione e riccamente illustrato, rappresenta una guida alla conoscenza delle soprastampe Inselpost, comprese le rarità, le varietà, gli errori di tavola; aiuta a distinguere gli originali dai falsi e a scoprire le poche buste esistenti e la storia che le riguarda.

Cod. 2719E
- EUR 100,00

204 pp. - ill. a colori - brossura - ed. 2018
In italiano

INSELPOST
English translation of Tom Kruse
Paolo Bonadei - Antonello Cerruti

Ad accompagnare l'opera originale in italiano, traduzione in inglese del testo descrittivo e dell'indice.
A guerra compromessa e con la Grecia già del tutto abbandonata, Hitler ordina a trentamila uomini, tra cui moltissimi italiani, di difendere a qualunque costo un pugno di isole nell'Egeo. Unico legame tra loro ed il resto del mondo un ardito servizio di posta aerea. Questo volume, di agile consultazione e riccamente illustrato, rappresenta una guida alla conoscenza delle soprastampe Inselpost, comprese le rarità, le varietà, gli errori di tavola; aiuta a distinguere gli originali dai falsi e a scoprire le poche buste esistenti e la storia che le riguarda.

Cod. 2720E
- EUR 20,00

72 pp. - brossura - ed. 2018
Traduzione in inglese

POSTA MILITARE - 1 GUERRA MONDIALE -

LA GRANDE GUERRA
NARRATA AL FEMMINILE
Rosalba Pigini

Completamente illustrato con cartoline, fotografie, francobolli e documenti, il volume raccoglie 14 articoli apparsi in quattro anni sulla rivista L'Arte del Francobollo dedicati alla Grande Guerra vista al femminile.

Cod. 2724E
- EUR 16,00

64 pp. - ill.a colori - brossura - ed. 2018
In italiano

POSTA MILITARE - 2 GUERRA MONDIALE -

STAMMLAGER
L'INCUBO DELLA MEMORIA
Internati Militari Italiani - testimonianze
3 tomi
Vitoronzo Pastore

L'opera si compone di tre tomi, ognuno formato da 576 pagine, e complessivi 48 capitoli. Contengono l'elenco di tutti i campi dei Prigionieri di Guerra in Germania e nei territori occupati, con i vari tipi di Stalag, le loro mini storie, le rispettive corrispondenze di quasi tutte le regioni d'Italia.
Questi tomi sono dedicati alle centinaia di migliaia di giovani che furono internati nei campi di prigionia nazisti, a coloro che vi perirono e ai sopravvissuti.
L'intento dell'autore è quello di fornire il più ampio quadro possibile dell'incubo negli Stammlager, attraverso testimonianze e documentazioni, qui riprodotte a centinaia, tra schede di registrazione, biglietti, schede di lavoro, attestati, messaggi, carte d'identità, certificati, lettere, cartoline, franchigie, telegrammi, fotografie, cartine, piastrine.

Cod. 2699E
- EUR 75,00

L'autore devolverà il suo provento in beneficenza.

576+576+576 pp. - ill. b/n - brossura in cofanetto di cartone rigido - ed. 2017
In italiano

POSTA MILITARE - 1 GUERRA MONDIALE -

POSTE MILITARI ITALIANE della prima guerra mondiale
(Fronte Italiano e Albanese)
Luciano Buzzetti

Catalogo sui timbri del servizio di Posta Militare Italiana nella Prima guerra mondiale sin dal periodo della mobilitazione nel 1915. L'autore ha suddiviso i timbri in sei gruppi secondo la seguente classificazione: Timbri «Guller» con dicitura «Ufficio Posta Militare» o «Direzione Posta Militare»; timbri «Guller» con dicitura «Posta Militare»; timbri con datario utilizzati in modo sostitutivo al «Guller»; timbri di reparti staccati, Btg.costieri, Ospedali, Enti di Assistenza, Reparti Militari, di varia foggia, ovali, tondi, riquadrati, etc.; timbri di altro tipo richiamati se usati come annullatori (non valutati); tutti i timbri di censura (non valutati).

Cod. 180E
- EUR 10,00
Offerta speciale
EUR 5,00

295 pp. - brossura - ed. 1991
VALUTAZIONI IN LIRE
In italiano
Copie con lievissimi DIFETTI solo della copertina ma interno perfettamente nitido

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)

POSTA MILITARE - 2 GUERRA MONDIALE -

I MILITARI ITALIANI NELLE FORMAZIONI GERMANICHE 1943-1945
Gianni Giannoccolo

In questa monografia l'autore, sulla base di corrispondenze e editti, localizza circa 2.000 formazioni di Feldpost nelle quali ha riscontrato la presenza di militari italiani (volontari, combattenti, collaboratori, internati, lavoratori, etc.). Con scrupolo filologico, sviluppa e costruisce le sorti dell'Esercito italiano dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943, completando il quadro storico con materiale inedito.

Cod. 724E
- EUR 18,00

254 pp. - ill. b/n - ril. - ed. 1996
In italiano

POSTA MILITARE - COLONIE e UFFICI ALL'ESTERO - FRANCIA

L'OCCUPAZIONE FRANCESE
DEL FEZZAN
NELLA LIBIA ITALIANA
avec un résumé en langue française
Mario e Toni Caldiron

Basato principalmente sulle fonti della collezione degli autori, questo studio traccia una panoramica storica e storico postale davvero completa dei francobolli del Fezzan.
"Il Fezzan è solo un pezzetto della 'nostra' Africa, un trascurabile territorio del deserto del Sahara, ma pur sempre un territorio della colonia italiana della Libia. Il fascino delle collezioni cosiddette 'di guerra' mi condussero inevitabilmente prima alla raccolta e allo studio dei francobolli delle colonie italiane e, quando la specializzazione mi portò a dedicarmi ai fatti, mi apparve l'avventuroso racconto della conquista francese del Fezzan. E scoprii un fatto singolare: francobolli e documenti postali erano diversi dagli altri poiché rimasero gli unici che proseguirono a testimoniare la presenza italiana. Il Fezzan fu infatti l'unica occupazione straniera dell'Africa italiana che continuò ad usare francobolli, documenti, etichette postali italiani".

Cod. 911E
- EUR 18,00
Offerta speciale
EUR 12,60


192 pp. - ill. b/n e colori - brossura - ed. 1997
In italiano con riassunto in francese

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)

POSTA MILITARE - 2 GUERRA MONDIALE -

LA POSTA MILITARE ITALIANA IN SICILIA NELLA SECONDA GUERRA MONDIALE
Cateno Nisi

Ventidue capitoli di verità storiche a testimonianza dei delicati episodi dell'occupazione anglo-americana in Sicilia corredati da un'ampia e inedita documentazione. Prefazione di Vito Salierno.

ISBN: 88-85335-03-9
978-88-85335-03-5
Cod. 120E
- EUR 13,43
Offerta speciale
EUR 6,72

IN ESAURIMENTO

176 pp. - 185 ill. - formato cm 20x27 - brossura - ed. 1991
collana "la Storia attraverso i documenti"
In italiano

POSTA MILITARE - CRIMEA -

POSTA MILITARE NELLA GUERRA DI INDIPENDENZA ITALIANA E NELLA CAMPAGNA DI CRIMEA
Aldo Pozzolini Gobbi

Il volume illustra la famosa collezione dell'indimenticabile Aldo Pozzolini Gobbi. Si tratta della più completa raccolta di documenti e cimeli postali relativi alle Guerre d'Indipendenza, nonché alla spedizione di Crimea ed alla Guerra d'Oriente.
Tali documenti sono presentati rispettando l'impaginazione del suo artefice, al fine di conservare una testimonianza storica della collezione nella sua integrità, al riparo da possibili dispersioni.

Cod. 1069E
- EUR 60,00

195 pp. - 10 tavole a colori - 175 foto b/n - ril.

FILATELIA E STORIA POSTALE - ITALIA -

I SEGNATASSE PROVVISORI DI BOLZANO E DELL'ALTO ADIGE
alla fine della prima guerra mondiale
LOKALE PORTOPROVISORIEN IN BOZEN UND SÜDTIROL
am Ende des Ersten Weltkrieges
Carlo Ciullo

La prima guerra mondiale volge al termine. Il 3/11/1918 Italia ed Austria sottoscrivono l'Armistizio di pace, che sarà firmato soltanto il 10/9/1919. A Bolzano e nell'Alto Adige regna una situazione d'incertezza sulla sorte del territorio occupato, che si riflette anche sul servizio postale. L'inoltro della corrispondenza in questi mesi costituisce una faccenda spinosa per le autorità responsabili. Specialmente quando gli invii avvengono senza affrancatura o con affrancatura solo parzialmente assolta, sorgono gravi difficoltà: perché, se per un verso il paese è sottoposto all'occupazione italiana - quindi tenuto all'impiego dei segnatasse italiani - per l'altro verso questi segnatasse, anche soprastampati, sono assolutamente mancanti, quanto meno fino ai primi di marzo del 1919. Ciò costringe la Direzione Superiore delle Poste di Trento ad autorizzare, con due circolari gli uffici postali altoatesini alla trasformazione, in caso di necessità, di francobolli in segnatasse provvisori mediante contrassegno o soprastampa. Ogni singolo ufficio ha facoltà di regolarsi a discrezione.

Cod. 1324E
- EUR 20,00
Offerta speciale
EUR 14,00

128 pp. - ill. a colori - brossura - ed. 1999
Bilingue italiano-tedesco

ANCHE IN OMAGGIO (classe C)

POSTA MILITARE - 2 GUERRA MONDIALE -

LA POSTA TEDESCA nelle zone di operazioni dell'Alpenvorland
e del litorale adriatico 1943-1945
Agnoli Giuseppe

Questo studio è riservato in via principale agli studiosi e collezionisti di Storia Postale Militare, ma può anche interessare chi desidera approfondire le proprie cognizioni sugli aspetti postali dell'occupazione tedesca nella zona Nordorientale dell'Italia nel periodo compreso tra l'otto settembre 1943 ed il 28 aprile 1945, nei venti mesi di attività del Deutsche Dienstpost (Servizio Postale Ufficiale Tedesco) e della Feldpost per i militari tedeschi operanti nel Triveneto.

Cod. 1462E
- EUR 20,00
Offerta speciale
EUR 6,00

IN ESAURIMENTO

288 pp. - ill. b/n - brossura - ed. 2001
4a copertina, in origine bianca, con difetto (sfumature di colore dovute a sovrapposizione dei volumi)
In italiano

L'OCCUPAZIONE NAZISTA IN ITALIA 1943-1945
Gianni Giannoccolo

L'accesa discussione su quel tormentato periodo della guerra in Italia è riportata nei giusti binari dall'autore attraverso una rigorosa, ampia e approfondita ricerca archivistica a tutto campo durata alcuni anni e condotta attraverso la consultazione dell'Archivio Militare di Freiburg, quello dell'Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell'Esercito di Roma, alcuni Archivi di Stato, degli Istituti Storici della Resistenza e anche privati.
Contiene inoltre numerosi documenti e le 1530 localizzazioni di formazioni germaniche di occupazione in Italia.

Cod. 1597E
- EUR 25,00
Offerta speciale
EUR 17,50

832 pp. - ill. b/n - ril. - ed. 2003
In italiano

L'OCCUPAZIONE ITALIANA DI MENTONE
(1940-1943)
Storia Postale
L'OCCUPATION ITALIENNE DE MENTON
(1940-1943)
Histoire Postale
Giampaolo Guzzi

Il libro presenta notizie e documenti di un breve periodo della storia postale di Mentone e cioè quello riguardante l'occupazione italiana durante la seconda guerra mondiale (24 giugno 1940 - 8 settembre 1943).
Le illustrazioni comprendono: i vari tipi di annulli, con relative varietà, utilizzati sulla corrispondenza dell'epoca dagli uffici postali di Ventimiglia e di Mentone; materiale storico e filatelico proveniente dalle collezioni dell'autore.

ISBN: 88-85335-55-1
978-88-85335-55-4
Cod. 1629E
- EUR 25,00
Offerta speciale
EUR 17,50

96 pp. - circa 100 ill. b/n - formato cm 21x29,7 - brossura - 1a ed. 2003 - rist. 2005
collana "la Storia attraverso i documenti"
In italiano e francese

POSTA MILITARE - ANNULLAMENTI - AUSTRIA

STEMPEL-HANDBUCH DER K.U.K. FELDPOST IN ÖSTERREICH-UNGARN 1914-1918
2. Auflage
Herwig Rainer

MANUALE DEI BOLLI DI POSTA MILITARE IN AUSTRIA-UNGHERIA 1914-1918

Seconda edizione, notevolmente aggiornata e ampliata, del manuale dei bolli di posta militare di Austria-Ungheria (1914-1918). Vengono catalogati e illustrati gli uffici postali da campo 1914-1918 (aggiunto un nuovo capitolo sugli uffici postali da campo anche prima del 1914), i bolli di controllo, gli annulli numerali, le agenzie e gli uffici senza bolli propri, bolli di raccomandazione, ufficio di posta militare marittimo a Pola, uffici principali con i nomi delle località, prigionieri dei campi di guerra, bolli della Marina Imperiale, bolli di servizio, annulli di censura.
Per ognuno vi sono le caratteristiche del bollo, il numero e le date d'apertura e chiusura degli uffici, le etichette di raccomandazione.

Cod. 1661E
- EUR 65,00
Offerta speciale
EUR 45,50

372 pp. - ill. b/n e a colori - ril. - ed. 2003
VALUTAZIONI IN PUNTI
In tedesco con prefazione e introduzione anche in inglese, italiano, croato, ceco e ungherese