cerca nella categoria
parole da ricercare
Cerca per codice
Codice

AUGURI DI BUON NATALE

Gli uffici saranno chiusi
dal 22 dicembre al 6 gennaio

BUONE FESTIVITÀ
A TUTTA LA NOSTRA
AFFEZIONATA CLIENTELA

Filatelia

New Books

Gli ultimi arrivi

Aggiornamenti settimanali di tutte le novità del mercato

Ultimo aggiornamento: 12/12/2018
LA CENSURA POSTA ESTERA IN ITALIA
NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE
I Quaderni dell'Aicpm - n.8, 2018
Emilio Simonazzi

Con la collaborazione di Beniamino Cadioli

Il 23 maggio 1915, il giorno prima dell'entrata dell'Italia in guerra, il Governo propose al Sovrano l'emanazione del Regio decreto n. 689, con il quale venne istituita la censura postale. Tale decreto viene qui riportato, assieme al Regolamento per l'esercizio della censura della posta da e per l'estero. L'attività di censura era infatti rivolta soprattutto alla corrispondenza che proveniva o era diretta all'estero. Questo portò all'istituzione sul territorio nazionale di appositi uffici posta estera di censura militare in località opportunamente scelte e qui trattate: Bologna, Bologna sezione di Rimini, Milano, Genova, Campione, Ponte Chiasso, Valona, Trieste.
Quasi un centinaio sono le buste e le cartoline riprodotte, con i relativi bolli in evidenza, suddivisi e catalogati per città.

Cod. 2707E
- EUR 10,00

88 pp. - ill. a colori - brossura - ed. 2018
In italiano
CON SCALA DI VALUTAZIONE DEI BOLLI E DELLE ETICHETTTE