20 anni on-line
cerca nella categoria
parole da ricercare
Cerca per codice
Codice
AUGURI DI BUON NATALE

Gli uffici saranno chiusi
dal 23 dicembre al 7 gennaio

BUONE FESTIVITÀ
A TUTTA LA NOSTRA
AFFEZIONATA CLIENTELA

Filatelia

Made in Vaccari

I libri pubblicati dalla nostra casa editrice
suddivisi nelle varie collane

Le ultime novità pubblicate

Ultimo aggiornamento: 07/12/2017

I RITROVATI

Collana dedicata a documenti e pubblicazioni di carattere postale, storico-postale, filatelico o storico esauriti, rari o curiosi, praticamente introvabili.
I FRANCOBOLLI DEL REGNO DI NAPOLI
E I DUE PROVVISORI DA MEZZO TORNESE
DEL 1860
Emilio Diena

Nel 1858 i primi francobolli napoletani, e in occasione del 150° anniversario viene riproposto lo studio di Emilio Diena sui francobolli del Regno di Napoli.
La monografia, pubblicata prima a puntate nella rivista "Il Corriere Filatelico" tra il 1929 ed il 1931, e subito dopo, nel 1932, in volume, è giustamente considerata come il capolavoro di Emilio Diena.
Compilata negli anni della sua piena maturità, l'opera è il coronamento di vari lustri di studi e ricerche su un argomento che da tempo stimolava ed affascinava l'autore, dati i molteplici problemi tecnico-grafici che esso comportava (tavole, doppie incisioni, carte, gradazioni di colore) ed il loro continuo intrecciarsi con argomenti storici e storico-postali.
A tutti gli interrogativi Emilio Diena seppe dare una risposta soddisfacente; ed al frutto dei suoi studi dette un'organizzazione esemplare tanto che il libro continua ad essere l'opera di riferimento per tutti gli specialisti del settore.
Ciò è dovuto in parte anche ad una sorta di lavoro di squadra: oltre alla collaborazione del figlio Alberto, che trascorse vari mesi a Napoli alla ricerca di documenti ufficiali, Emilio Diena ebbe l'opportunità di consultare tutti i più illustri collezionisti dell'epoca; e per il tentativo di ricostruzione della tavola della "crocetta" ottenne anche da Sir Edward Demy Bacon le fotografie degli 87 esemplari di quel raro 1/2 tornese esistenti nella collezione Tapling.

Questa nuova edizione, inserita nella collana "i Ritrovati", si presenta come la precedente ristampa del 1992, con prefazione di Enzo Diena, salvo che per la nuova veste grafica.
Le 3 tavole fuori testo con le riproduzioni delle varietà del francobollo Croce di Savoia da 1/2 tornese sono inserite nel volume.
Numerose illustrazioni di tutti i francobolli.

ISBN: 978-88-85335-93-6
Cod. 2123E
- EUR 40,00

312 pp. - 325 ill. b/n - formato cm 17x24 - brossura - rist. 1992 - 2a ed. 2008
collana "Ritrovati"
In italiano

DUCATO DI PARMA
E GOVERNO PROVVISORIO
raccolta di studi
Emilio Diena - Paolo Vaccari

Questa monografia raccoglie una serie di studi che offrono una panoramica generale sulle emissioni di Parma, partendo dai primi effettuati dal maestro della filatelia, Emilio Diena, e proseguendo con quelli pubblicati come articoli nella rivista "Vaccari Magazine" già a partire dal 1991. Si è cercato in questo modo di dare una maggiore completezza agli argomenti finora approfonditi e di completare un tassello del repertorio di letteratura filatelica ad oggi disponibile, un po' scarno, su questo interessante Ducato.
Il volume è composto da due parti. Nella prima vi è la ristampa della precedente edizione del 1989 esaurita: traduzione dall'inglese dell'articolo che fu l'oggetto di una conferenza che Emilio Diena presentò nel 1930 alla Royal Philatelic Society sull'emissione "Scudetto" del 1857-1859 del Ducato di Parma, pubblicato nel fascicolo di settembre del London Philatelist, organo ufficiale della "Royal", e ristampa dall'originale pubblicato nel 1913 sui francobolli del Governo Provvisorio. Entrambi gli studi sono completi delle tavole illustrative in b/n dei fogli interi e hanno la presentazione di Enzo Diena.
Nella seconda parte sono stati inseriti a colori: lo studio presentato nel 2002, e distribuito, in occasione del 150° anniversario dei francobolli estensi, che propone anche una breve introduzione storica e filatelica dei francobolli del Ducato di Parma e del Governo Provvisorio con riferimenti a tutte le emissioni e alle tariffe postali; gli articoli in "Vaccari Magazine" sul 15 centesimi rosa, prima emissione, sul 5 centesimi, seconda emissione, lo studio del 40 centesimi, terza emissione, con zero largo e zero stretto, e quello sulla guerra del 1859 e l'emissione del Governo provvisorio con particolare riferimento all'80 centesimi.

ISBN: 978-88-85335-92-9
Cod. 2102E
- EUR 25,00

104 pp. - ill. a colori e b/n - formato cm 17x24 - brossura - ed. 2007
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)

I FRANCOBOLLI DELLE ROMAGNE
Emilio Diena

Traduzione dall'originale in lingua francese pubblicato da G.B. Moens a Bruxelles nel 1898.
A distanza di tanti anni dalla sua prima apparizione, questo studio conserva ancora intatto tutto il suo valore filatelico e scientifico.
L'autore ha saputo collocare nella giusta prospettiva storica fatti e francobolli, troncando ogni dubbio sull'esistenza di francobolli da 6 baj effettivamente usati.
Presentazione di Enzo Diena.

ISBN: 88-85335-54-3
978-88-85335-54-7
Cod. 1839E
- EUR 12,00

36 pp. - ill. b/n - formato cm 17x24 - brossura - 2a ed. 2005
collana "Ritrovati"
In italiano

REGNO LOMBARDO-VENETO
La prima e la seconda emissione
Emilio Diena - Leopoldo Rivolta - Alfredo E. Fiecchi

Le note sui francobolli della I e della II emissione qui proposte sono tratte dalla nota rivista «Il Corriere Filatelico», in cui apparirono a puntate, scritte da alcuni dei più autorevoli autori di studi sulla filatelia. Il volume è ricco di riproduzioni, di ingrandimenti che ne facilitano la consultazione, di tabelle e di notizie precise e dettagliate.

ISBN: 88-85335-79-9
978-88-85335-79-0
Cod. 1855E
- EUR 20,00

64 pp. - ill. b/n - formato cm 17x24 - brossura - ristampa 2013 (2a ed. 2005 - 1a ed. 1990)
collana "Ritrovati"
In italiano

LA POSTA AUSTRIACA A ROMA
Vito Salierno

Affascinanti per i risvolti diplomatici e storico-politici sono le vicende di un ufficio di posta a Roma, prima veneto, poi milanese, quindi austriaco, a seconda degli avvenimenti che si sono susseguiti nei secoli dal medioevo ai primi decenni dell'Ottocento. Se ne sono interessati molti studiosi, chi sotto l'aspetto giuridico, chi sotto quello diplomatico, chi sotto quello storico-politico, chi sotto quello postale in senso stretto e chi sotto l'aspetto marcofilo, cioè dei bolli impiegati nel breve periodo di tempo d'uso dal 1802 al 1809.
Agli inizi il problema investe la Curia romana ed i Papi in prima persona, in particolare Pio V, poi gli avvocati Giuseppe Benetti, concistoriale, e Carlo Fea, commissario all'antichità. Successivamente Pio IX e il cardinale Ercole Consalvi prima e dopo il Congresso di Vienna da una parte e il principe di Metternich dall'altra sotto l'aspetto giuridico-diplomatico.
Nella seconda metà del Novecento il problema è appannaggio degli specialisti che lo affrontano sotto l'aspetto storico-politico: Wilhelm Beck nel 1959 e Silvio Furlani con gli studi settoriali condotti tra il 1946 ed il 1951 e con quello specifico nel 1987.
Infine l'aspetto storico-postale e marcofilo fu ampiamente trattato da Mario Gallenga nel suo monumentale lavoro del 1988.
Scopo di questo lavoro è stato quello di fare un riepilogo del materiale noto, integrato da documenti scarsamente reperibili e da inediti dell'Archivio di Stato di Milano.

ISBN: 88-85335-76-4
978-88-85335-76-9
Cod. 1685E
- EUR 16,00
Offerta speciale
EUR 8,00

64 pp. - formato cm 17x24 - brossura - ed. 2004
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe A)

LA CENSURA POSTALE IN LOMBARDIA
Vito Salierno

La violazione del segreto epistolare è stata una prassi costante in tutti i tempi e ovunque, non solo nei confronti della posta di stato e diplomatica, cosa comprensibile anche se non giustificabile, ma anche di quella civile ed ecclesiastica. La cosa era risaputa a tal punto che gli stessi estensori delle lettere si premunivano usando cifrari ed evitando di menzionare nelle lettere nomi o fatti che rischiassero di diventare pubblici in caso di intercettazione.
Lo stesso Bismarck, il "cancelliere di ferro", ne era consapevole tanto da scrivere alla moglie Johanna di evitare nelle sue lettere di citare nomi e giudizi su persone perché non desiderava far conoscere all'esterno i suoi interessi.
Un argomento così vasto, se trattato in generale, rischia di diventare troppo generico e vago e di non dare un'idea precisa della sua complessità.
Si è pertanto di proposito ristretto il campo di indagine alla Lombardia concentrando le ricerche nello spazio, la Lombardia austriaca poi Lombardo-Veneto per l'appunto, e nel tempo, un secolo o poco più di dominazione austriaca compreso il non meno interessante interludio francese.
La maggior parte delle notizie inedite provengono dall'Archivio di Stato di Milano, Fondo Presidenza di Governo.

ISBN: 88-85335-75-6
978-88-85335-75-2
Cod. 1680E
- EUR 16,00
Offerta speciale
EUR 8,00

64 pp. - formato cm 17x24 - brossura - ed. 2004
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe A)

STATO PONTIFICIO TARIFFE POSTALI GENERALI
AGGIORNATE AL 1858 E 1869
a cura di Paolo Vaccari

Ristampa dell'originale del 1838 delle tariffe dello Stato Pontificio mai pubblicate in precedenza, con moneta in bajocchi e poi in centesimi, con le destinazioni, i transiti, ecc. Incluse le tavole del Regno Lombardo Veneto, Tirolo, Ducati di Modena e Parma e Granducato di Toscana.

ISBN: 88-85335-29-2
978-88-85335-29-5
Cod. 42E
- EUR 20,00

80 pp. - formato cm 24x21 - brossura - 2a ed. 2004 - rist. 1998
collana "Ritrovati"
In italiano

REGNO LOMBARDO VENETO
REGOLAMENTO POSTALE E TARIFFE
per tutte le destinazioni

Seconda edizione della ristampa dall'originale «Utile Giornale» di Milano del 1857. Presentazione di Lorenzo Carra.
La pubblicazione è un'evoluzione delle guide postali settecentesche.
Nella prima parte raccoglie l' «Orario arrivi e partenze dalla I. R. Direzione delle Poste per tutte le destinazioni». Nella seconda il «Regolamento delle Poste. Tariffe generali e specifiche per tutte le destinazioni, anche estere». Nella terza tratta dei «Corrieri - Malleposte - Furgoni - Navigazione - Barche corrieri - Strade Ferrate - Agenzie private - Velociferi.» Alla fine degli utili quadri sul «Cambio monete».
Inizia con l' «Orario…» che risulta utile, oltre che per le notizie di costume, anche per conoscere le varie località di provenienza e poterne dedurre le distanze e, in qualche caso, anche i tempi di percorrenza. Vi sono, alla voce «Osservazioni», le modalità in cui dovevano essere presentate all'ufficio postale le varie lettere, raccomandate, assicurate, stampe sotto fascia, gazzette.
Molto interessante il capitolo relativo alla «Tassa d'affrancazione». È un documento prezioso non solo per chi studia l'ufficio postale di Milano nel periodo austriaco, ma, vista l'importanza di Milano, per tutti. Contiene infatti il prospetto delle «destinazioni nel Circondario» e quello delle lettere che pagano 15 o 30 centesimi al lotto. Per esclusione si ricavano quelle da 45 centesimi per la terza distanza.
Vi sono anche le tabelle per gli «Stati Sardi», per la Svizzera, per i «Ducati di Parma, Piacenza e Modena», per la Toscana, Stato Pontificio, Napoli e Sicilia e per la Confederazione Germanica.
Quindi l' «I. R. Posta Cavalli» con il regolamento «per l'attiraglio delle carrozze» ed il prospetto delle distanze da Milano con il dettaglio delle «Diramazioni traversali».
Vi sono poi le «Strade Ferrate» con le tariffe e le stazioni dei vari tronchi. E poi le varie imprese di diligenze, come la Franchetti, la Lombarda, Merzario, Rampazzini… E poi dei vari velociferi, omnibus, vetture private da e per Milano, «condottieri e cavallanti» con nomi, indirizzi e recapiti anche presso i principali paesi della Lombardia ed oltre.
Continua con il capitolo della navigazione a vapore sul fiume Po, sul Lago Maggiore e su quello di Garda. Vi sono pure le barche corriere ed i vari navigli.
Chiude con dettagliate «Scale per il bollo e tasse» e la «Tariffa delle monete».
Come potete notare, e poi convenire, se era «utile» per i viaggiatori nel 1857, lo può essere altrettanto ora, in modi diversi, per gli appassionati e curiosi non solo del Regno Lombardo Veneto.

ISBN: 88-85335-51-9
978-88-85335-51-6
Cod. 9E
- EUR 16,00

108 pp. - formato cm 17x24 - brossura - 2a ed. 2002 - rist. 2005
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe C)

I FRANCOBOLLI DEL DUCATO DI MODENA
E DELLE PROVINCIE MODENESI
E LE MARCHE DEL DUCATO STESSO PEI GIORNALI ESTERI
Emilio Diena

Ristampa del "trattato scientifico" originale sui francobolli di Modena, che il Grande Maestro della filatelia italiana, Emilio Diena, diede alle stampe nel 1894.
Studio particolareggiato, basato non solo sui decreti e sui regolamenti postali, ma anche sull'esame dei carteggi ufficiali e dei registri amministrativi, di centinaia di lettere e giornali recanti i francobolli e le marche modenesi, la presente monografia è ancora un valido punto di riferimento, indispensabile per chi poco conosce del Ducato di Modena e di notevole interesse per gli amatori.
Arricchiscono il volume tre tavole in eliotipia e quattro in zincografia.
Prefazione alla ristampa di Enzo Diena.

ISBN: 88-85335-67-5
978-88-85335-67-7
Cod. 1537E
- EUR 20,00

PREZZO SPECIALE - originale EURO 25,00!

256 pp. - formato cm 17x24 - brossura - rist. 1984 - 2a ed. 2002 - rist. 2011
collana "Ritrovati"
In italiano

LE MARCHE MUNICIPALI D'ITALIA
Dalla loro introduzione fino alla fine del 1881
M.Carlo Diena

Traduzione dallo studio originale, pubblicato in Francia nel 1883, sulle marche fiscali emesse dai municipi d'Italia dal 1865, anno della loro introduzione per la riscossione delle tasse da parte degli impiegati dei municipi, al 1881.
Non essendo regolata l'emissione delle marche da decreti ufficiali, risultano quasi inesistenti documenti ufficiali quali decreti, notificazioni al pubblico, o disposizioni manoscritte. Le preziose informazioni raccolte in questo volume sono il frutto della ricerca e dell'analisi di documenti quali lettere e fatture dei litografi e degli incisori, e delle testimonianze di impiegati.
Le marche fiscali sono presentate in ordine alfabetico per regione, seguendo la suddivisione del Regno d'Italia del tempo (Piemonte, Liguria, Lombardia, Venezie, Emilia, Marche, Umbria, Toscana, Lazio, Abruzzi e Molise, Campania, Puglie, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna), con la relativa riproduzione e una scheda tecnico-descrittiva. Al termine dell'opera due indici per la ricerca veloce, uno in ordine alfabetico e uno in ordine per regione.

ISBN: 88-85335-66-7
978-88-85335-66-0
Cod. 1499E
- EUR 25,00

118 pp. - ill. b/n - formato cm 17x24 - brossura - ed. 2002 - 1a rist. 2011
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe C)

IL SERVIZIO PRATICO POSTALE IN AUSTRIA
a cura di Lorenzo Carra

Raccolta sistematica delle disposizioni relative alla Posta-lettere ed alle Diligenze, compilata sulla base delle vigenti prescrizioni da Adalberto Cassinelli. Prima versione libera dal tedesco di Giulio Printz, 1865.
Ristampa dall'originale.
Ritrovata grazie ad una intelligente e perseverante opera di ricerca, questa preziosa pubblicazione, importante fonte di sapere, è presentata da Lorenzo Carra. Il volume è suddiviso in 110 capitoli con molte appendici e numerosi prospetti. Un'opera tecnica che susciterà sorpresa per la vastità e profondità dei contenuti, indispensabile anche a chi non è specialista o non possiede o ricerca la tariffa per le lettere spedite dall'Impero Austriaco per la Nuova Zelanda o per la terra di Van Diemen (a pag.448).
Una vera miniera di notizie, con tutti i riferimenti alle leggi, agli articoli, ai decreti, ai regolamenti, alle circolari che hanno avuto per argomento la Posta in Austria e nel Lombardo-Veneto.

ISBN: 88-85335-41-1
978-88-85335-41-7
Cod. 1376E
- EUR 61,97
Offerta speciale
EUR 49,58

518 pp. - formato cm 17x24 - brossura - rist. 2000
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe C)

BULLETTINS DES LOIS
DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA TOSCANA
n.79 settembre e novembre 1808 - n.128 gennaio 1809
a cura di Vanni Alfani

N.79 Deliberazioni della Giunta Toscana del 14 settembre e 14 novembre 1808 relative alla nuova organizzazione delle poste per le lettere Toscane.

N.128 Deliberazioni della Giunta Toscana del 7 gennaio 1809 riguardanti la posta dei cavalli.

Trascrizioni integrali dei documenti originali pubblicati nella raccolta del "Bollettino delle leggi, decreti imperiali e deliberazioni della Giunta Toscana pubblicati nei dipartimenti dell'Arno, dell'Ombrone e del Mediterraneo" editi a "Firenze, presso Piatti, Stampatore del Boll.o delle Leggi" ad iniziare dal cosiddetto periodo "Dauchy" fino all'occupazione da parte delle truppe napoletane sotto il comando di G. Murat.

ISBN: 88-85335-34-9
978-88-85335-34-9
Cod. 1375E
- EUR 15,49

56 pp. - formato cm 17x24 - brossura - rist. 2000
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)

PATENTI D'APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO PER LE POSTE della tariffa de' diritti, e dello stato delle rotte, nelle quali sono stabilite le poste per il corso pubblico

PATENTE:
documento avente contenuto amministrativo o legislativo che veniva rilasciato fin dal medioevo dall'autorità Imperiale o Regia.

Ristampa dall'originale del 1772.

Con questo volume inizia una nuova collana dedicata a documenti e pubblicazioni di carattere postale, storico-postale, filatelico o storico esauriti, rari e curiosi, praticamente introvabili.
La scelta dell'impostazione grafica (se in formato originale tipo "anastatica" o con nuova impaginazione) è determinata da considerazioni di tipo tecnico-qualitativo, esclusivamente in base allo stato di conservazione dell'opera originale.

ISBN: 88-85335-46-2
978-88-85335-46-2
Cod. 1286E
- EUR 15,00

62 pp. - formato cm 17x24 - brossura - rist. 1999
collana "Ritrovati"
In italiano

ANCHE IN OMAGGIO (classe B)